informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come affrontare il cambiamento (con positività) in 5 passi

Commenti disabilitati su Come affrontare il cambiamento (con positività) in 5 passi Studiare a Lecce

Imparare come affrontare il cambiamento è importante. La vita è continua trasformazione e saper essere flessibili e resilienti è diventata la vera sfida del secolo. Il ritmo quotidiano, le responsabilità grandi e piccole, l’apparente ampliamento delle scelte e i turbamenti interiori sempre più grandi scorrono paralleli e si intersecano. Come possiamo affrontare tutto questo senza perdere la calma e la ragione? La psicologia viene in aiuto dell’individuo da sempre, studiando e offrendo sostegno nei percorsi di cambiamento. Impariamo a prima di tutto a chiedere aiuto quando comprendiamo che non possediamo le forze per gestire certe fasi della nostra vita da soli, aiuto a ritrovarci, a accettarci e riniziare.

Abituarsi al cambiamento: una buona abitudine

reagire a un cambiamentoNella vita non possiamo controllare tutto. Lo si capisce veramente presto o tardi. Gli imprevisti, quelli grandi e grossi, come lutti, trasferimenti, rotture di relazioni importanti e licenziamenti possono essere improvvisi e fulminanti. Sono difficili da accettare. Sembrerà strano ammetterlo, ma anche abituarsi al cambiamento positivo è difficile, ad esempio quando arriva un figlio, quando si inizia un nuovo percorso professionale o si incontra una persona che fa di nuovo battere il cuore. In questo articolo vogliamo fornire suggerimenti utili per affrontare al meglio questi momenti, tirando fuori le capacità della nostra mente di vivere al meglio. Per accompagnarti in questo percorso abbiamo stilato una lista di cinque strategie da applicare:

  • La preparazione
  • L’accettazione
  • L’autoconsapevolezza
  • La condivisione
  • L’azione

Cinque strategie o strumenti da utilizzare tutti insieme o uno alla volta. Modalità per rispondere allo stress che può provocare vedere la propria vita cambiare forma e destinazione.

Prepararsi al cambiamento

Quando un cambiamento viene annunciato o si può prevedere può essere importante dedicare del tempo per prepararsi a riceverlo. Predisporsi dal punto di vista psicologico aiuta a immaginare quali saranno i possibili scenari e a conoscere meglio cosa ti aspetta. Se hai ricevuto notizia di un trasferimento puoi raccogliere informazioni sulla città in cui andrai a vivere. Oppure puoi iniziare a studiare il programma del corso di laurea se hai intenzione di iscriverti all’università e sai che questa novità ti suscita emozioni contrastanti.

La psicologia ha scoperto che un buon piano di azione e dei progetti anche a breve termine possono aiutare moltissimo le persone a trovare una direzione da perseguire e di conseguenza a non vivere la confusione di un nuovo assetto di vita. Come un faro che da lontano richiama la nave verso il porto, così la preparazione al cambiamento conduce verso mete e rotte sicure, nate dalla volontà dell’individuo di assecondare i suoi valori e bisogni.

L’accettazione del cambiamento

La depressione da cambiamento esiste, è un disturbo che colpisce molte persone che in un momento di crisi e di passaggio vivono questa forte condizione di disagio. In Italia la depressione e tutti i disturbi psicologici sono ancora stigmatizzati e letti con pregiudizio dalla maggior parte delle persone. Per questo è importante, anche tramite questo articolo, che tutti coloro che vivono immersi in questa dimensione sappiano che c’è una soluzione. La prima cosa che si deve accettare è che non possediamo il controllo totale della vita, ma che possiamo avere un buon controllo del nostro atteggiamento mentale e delle azioni. Questo è già sufficiente a farci trovare la motivazione per allenare quella capacità di controllo e renderla più efficiente. La prima volta che si vive un brutto momento di cambiamento, con tutti gli annessi e connessi del caso (senso di disperazione, paura, tristezza, depressione, panico, e molto altro) si ha l’impressione di rimanere schiacciati da tutta quella negatività. Si ha la certezza che non si tornerà indietro e si è convinti di aver perso tutto. Ma nonostante la presenza di pensieri ed emozioni sgradevoli piano piano la luce ritorna, si impara a riconoscere la propria capacità di scegliere che reazioni avere, quali azioni compiere, come reagire, prima partendo dalle cose piccolissime e quotidiane, poi arrivando a quelle grandi.

La consapevolezza di sé cambia tutto

Riuscire a entrare dentro sé stessi e ascoltarsi veramente è difficile, per alcuni addirittura impossibile. Ma è un percorso trasformativo, assolutamente in positivo. Non smetteremo mai di chiederci perchè in Italia andare dallo psicologo è ancora recepito come qualcosa di cui vergognarsi. Eppure la psiche siamo noi, il mondo intero e la storia intera è il risultato dell’azione ripetuta di tante menti. Se anche solo la metà di queste si dedicasse all’osservazione di sé probabilmente ci saremmo evoluti in modo diverso.

Per imparare a osservarsi non è necessario correre subito dallo psicologo. Potrebbe bastare anche prendersi dei momenti per sé stessi. Scrivere un diario è una delle possibilità più accessibili e di maggior successo quando si tratta di dialogare con la propria parte interiore. Al diario si può dire tutto e, fidati, rileggendolo anche solo qualche settimana dopo avrai modo di rivederti da altri punti di vista, di percepire cosa suscita in te quello che hai scritto. E nel corso del tempo imparerai ad essere più ricettivo anche senza tenere un diario, intercetterai con più facilità le tue emozioni e saprai gestirle. Nei momenti di passaggio, crisi e cambiamento il diario ti aiuta ad avere un modo per scaricare la mole pressante di pensieri e preoccupazioni. Un domani, quando lo rileggerai, sarai un’altra persona, rileggerlo ti farà un certo effetto.

La condivisione con gli altri

accettare i cambiamentiMa un diario non basta per superare la depressione da cambiamento o semplicemente per abituarsi ai cambiamenti dell’esistenza. C’è un mondo di persone che ripetono che ognuno di noi deve trovare dentro di sé la forza per andare avanti, e se da un lato riteniamo vero questo assunto, siamo convinti allo stesso modo che avere qualcuno vicino può essere salvifico. Per diversi motivi. In primis perché se si sta vivendo un momento di passaggio difficile e anche psicologicamente impegnativo è molto più faticoso gestire gli impegni quotidiani. Nelle fasi di vita complicate e dolorose anche fare la spesa diventa un’incombenza troppo difficile da portare a termine. Chiedere aiuto riduce il peso delle responsabilità e serve ad alleggerire il carico nel momento del bisogno. Ma c’è un altro motivo, forse anche più importante. Gli altri possono ascoltarci, parlarci, consolarci, e quando troviamo qualcuno che riesce a farlo è bellissimo. Prova a pensare a quelle persone la cui compagnia sai che ti fa bene, anche solo per distrarti dal chiacchiericcio mentale che in questo momento di assale. Vai da loro, anche solo per un caffè, prendi del tempo per stare con qualcuno che si prenda cura di te.

Agire e reagire al cambiamento

Fare qualcosa è importante, ma cosa? All’inizio, nel momento stesso del cambiamento è meglio non fare niente. Fai spazio a quello che accade dentro e fuori di te. Se proprio vuoi fare qualcosa al massimo prova a fare meditazione, rilassamento o qualsiasi altra attività collegata al benessere psicofisico. In un secondo momento potrai invece agire per ripristinare nella tua vita quello che il cambiamento ha stravolto. Concentrati sulle cose per te importanti, sui tuoi valori. Quello che tu sei come persona può cambiare, ancora una volta, per sempre, ma tu resterai integro, non temere. Allora guarda al tuo presente e sappi che ti chiede adesso di accogliere un futuro radioso. Abituarsi al cambiamento non sarà mai semplice, ma può essere davvero l’esperienza che precede tutto ciò che hai sempre desiderato. La vita è meravigliosa e stupefacente, anche se questa affermazione può sembrare banale.

Speriamo che questo articolo abbia fatto bene a tutti coloro che vogliono capire come affrontare il cambiamento e che cercano risposte per non perdere la bussola in un momento difficile. Alle persone che sentono di vivere una depressione da cambiamento chiediamo di rivolgersi a qualcuno in grado di fornire il giusto supporto, come uno psicologo o uno psicoterapeuta.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali