informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

5 vantaggi che solo una laurea umanistica può offrirti

Commenti disabilitati su 5 vantaggi che solo una laurea umanistica può offrirti Studiare a Lecce

Nel corso degli ultimi anni i vantaggi della laurea umanistica sono sempre di più. Chi lo avrebbe mai detto che questo settore di studi avrebbe portato molte persone al successo, rappresentando un valido canale per raggiungere obiettivi professionali di livello. Economia, giurisprudenza e molti corsi di laurea dedicati alle scienze dure sono stati per lungo tempo privilegiati, ma ora è giunto il momento della rivincita delle lauree umanistiche. In questo articolo ti riassumiamo cinque straordinari vantaggi ottenibili grazie a un titolo universitario umanistico.

Benefici laurea umanistica: dalle soft skills alle nuove professioni

Le lauree di tipo umanistico stanno godendo di un lungo momento di rinascita, anche e soprattutto nel nostro Paese, dove nuove professioni a misura di umanista e casi esemplari di professionisti di successo sono ormai all’ordine del giorno. Le lauree ALPH, ovvero Art, Literature, Philosophy and History non sono più così bistrattate, fortunatamente.

Gli umanisti e le umaniste vengono accolte sempre meglio nelle aziende e nel mondo del lavoro. Perché? In primis grazie a un’attitudine trasversale e creativa che li contraddistingue. Il tipo di studio “intellettuale” regala a questi studiosi un approccio improntato all’analisi critica e all’approfondimento, molto apprezzato e sostenuto dai datori di lavoro.

Abbiamo individuato cinque vantaggi principali delle lauree umanistiche applicate al mondo professionale, in base alle informazioni recepite sul campo e dalla viva voce dei professionisti e dei recruiter.

1. Laurea umanistica: bagaglio di conoscenze

Il nostro Paese si contraddistingue da sempre per la qualità della formazione universitaria. Molti atenei e facoltà sono rinomate a livello internazionale e riconosciute come eccellenze, eppure, le percentuali di iscritti all’università non presenta un quadro positivo come ci si aspetterebbe.

Alcuni dati OCSE mostrano una panoramica sui sistemi di istruzione dei paesi membri dell’Unione Europea e la situazione italiana emerge con dati negativi. In Italia solo il 19% della popolazione tra i 25 e i 64 anni possiede un’istruzione universitaria, il confronto con il 37% della media OCSE restituisce l’idea del gap e della mancanza di formazione qualificata per una buona fascia della popolazione. La percentuale cambia leggermente quando viene ristretto il target di età. Tra i 25 e i 34 anni i laureati sono il 28%.

Nonostante queste informazioni preoccupanti abbiamo buone notizie per chi a scelto un corso di laurea umanistica. Gli studenti di Lettere a Lecce possono stare tranquilli, stanno aumentando a dismisura i posti di lavoro riservati ai neolaureati in questi ambiti. Negli ultimi cinque anni le lauree ALPH non solo sono aumentate le richieste di iscrizione ai corsi di laurea, ma anche le richieste di assunzione da parte dei datori di lavoro nei confronti di persone qualificate nel settore umanistico. Addirittura ci sono casi di università in cui il tasso di occupazione per i laureati in quest’area disciplinare è superiore al 70% dopo un anno dalla laurea. Una percentuale che prima era esclusiva dei laureati in materie scientifiche e tecniche. Questo dato è dovuto al bagaglio di competenze di cui gode il laureato in materie umanistiche, che grazie al proprio background in materie diverse, ma interconnesse fortemente per approccio, punti di vista e direzione, è capace di offrire al contesto aziendale soluzioni creative e originali a problemi improvvisi, grazie a un pensiero innovativo anche nei momenti di forte criticità.

2. Versatilità e lavori umanistici

Il pensiero innovativo del laureato in materie umanistiche è dato dal fatto che spesso le materie di questo genere sono portate a rinnovare costantemente loro stesse, partendo da una critica nei confronti degli oggetti di studio, ma anche delle metodologie stesse di indagine e di analisi.

Lo studente di materie come lettere, storia, scienze sociali, possiede e allena con costanza e determinazione un’attitudine psicologica finalizzata ad acquisire competenze tecniche e specialistiche negli ambiti più disparati. La curiosità che anima gli umanisti è capace di spingerli a spostarsi tra gli studi tecnici e quelli classici senza battere ciglio, rendendoli versatili e dinamici, adattabili a contesti molteplici.

3. Sviluppo di soft skills

Non è vero che chi si laurea in Lettere oppure in un’altra materia umanistica deve per forza fare il professore, anzi, questa prospettiva è ormai abbandonata da molti neolaureati che hanno compreso quanto siano ampie le porte dischiuse per loro sul mono del lavoro.

Gli sbocchi professionali per laureati in materie umanistiche sono cambiati molto nell’ultimo decennio, questo grazie al fatto che tra gli aspetti più valorizzati e ricercati nel campo lavorativo troviamo le soft skills, le abilità non tecniche legate al lavoro e agli aspetti più sociali e collaborativi.

In qualsiasi reparto, ufficio, azienda, oltre ad apprendere bene l’utilizzo degli strumenti del mestiere, l’applicazione delle tecniche e dei metodi di lavoro, è fondamentale saper adottare un comportamento funzionale ed efficiente, rispettoso del contesto e delle persone con cui si collabora. Ecco qualche esempio di soft skills ricercata dai recruiter e facilmente individuabile tra i laureati in scienze umanistiche:

  • Apprendimento attivo
  • Creatività
  • Collaborazione e curiosità
  • Originalità e innovazione

L’originalità e l’innovazione dei neolaureati in filosofia, lettere, scienze sociali o altro è una dote naturale; non esistono lavori ufficiali da “letterati” o “filosofi” e per questo finiscono spesso per crearsi profili professionali ibridi, con una flessibilità che indubbiamente è da considerare valore aggiunto.

4. Etica

Il lavoro non è una giungla, in cui la competizione e la legge del più forte devono prevalere a tutti i costi. Il lavoro è spesso un contesto in cui collaborazione, interdipendenza, sviluppo e crescita personale si innestano su processi sociali e di gruppo. Per reggere questo ambiente e per renderlo sempre migliore, più stimolante e umanamente fruttuoso è utile avere una sensibilità e un’intelligenza emotiva spiccata.

La filosofia di lavoro che caratterizza i professionisti non è un dettaglio da mettere in secondo piano ma un aspetto di primaria importanza. L’etica, la speculazione sulle conseguenze sociali e individuali del comportamento sul luogo di lavoro, una predisposizione ad accogliere i lati umani dei processi lavorativi è tipica dei laureati in materie umanistiche, anche se non esclusiva. Non stiamo dicendo che soltanto i laureati in materie ALPH sono virtuosi, rispettosi di un’etica. Assolutamente, ma abbiamo voluto mettere in luce il fatto che per questi studiosi è un dato imprescindibile una riflessione sugli aspetti sociali e più umani delle professioni e dei comportamenti dei professionisti è indispensabile, e questo piace molto ai responsabili delle risorse umane e ai recruiter.

5. Nuove professioni

Abbiamo mostrato come filosofia, etica, retorica, comunicazione siano punti di forza dei laureati umanisti, non solo nell’ambito strettamente umanistico ma anche in quello tecnico e scientifico. M quali sono le professioni che possono avvantaggiarsi dell’assunzione di un filosofo, uno storico dell’arte, una letterata? Eccone alcune:

  • I filosofi sono sempre più richiesti per lavorare nello studio dell’impatto etico e sociale dell’intelligenza artificiale e della tecnologia
  • I laureati in belle arti e scienze umane mostrano particolari abilità e conoscenze teoriche nel campo dello sviluppo di software per il riconoscimento facciale
  • I laureati in storia, grazie alle loro competenze di studio sulle fonti possono mettere in campo le competenze di realizzazione banche dati
  • I laureati in comunicazione, come già sta accadendo con molta frequenza, sono candidati ideali per lavorare nel settore del social media marketing e dell’analisi del comportamento on line

Insomma, poi mettere a tacere chi sostiene che la tua idea di iscriverti a un corso di laurea in materie umanistiche sia una pessima idea dal punto di vista professionale. Le lauree umanistiche sono alla ribalta, approfittane e percorri la strada formativa dei tuoi sogni.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – yulan

Credits foto 1: Depositphotos.com – librakv

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali