informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Diventare carabiniere: competenze e opportunità

Commenti disabilitati su Diventare carabiniere: competenze e opportunità Studiare a Lecce

Sei interessato a diventare carabiniere? Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce ha deciso di redigere una guida utile a comprendere nel dettaglio l’iter formativo, i requisiti che si devono possedere e le modalità per l’accesso al concorso.

Come prima cosa è opportuno rimandare al sito web dell’Arma dei Carabinieri per avere tutte le informazioni complete e dettagliate; ciò che ci interessa in questo articolo è quello di fornire un0infarinatura indispensabile a chi vuole entrare nei carabinieri e non sa come fare.

Cosa studiare per arruolarsi nei carabinieri

Per diventare un carabiniere non occorre la laurea, infatti, ai diversi gradi è possibile accedere con lovenza media o diploma di maturità (rispettivamente come carabiniere semplice o come ufficiale). Sarà possibile eventualmente passare di grado con altri concorsi pubblici.
Concorso carabinieri
Comunque, non è da sottovalutare il fatto che avere una laurea fa ottenere punti per il concorso per carabinieri  e permette l’accesso a livelli diversi visto che  – come da normativa vigente – in fase di concorso sarà anche fatta una valutazione dei titoli conseguiti il che può fornire punteggio aggiuntivo in sede di compilazione della graduatoria.

Lo staff dell’Università Unicusano di Lecce sceglie di consigliare agli aspiranti carabinieri una laurea in giurisprudenza. La peculiarità di questo corso di laurea promosso dalla Unicusano è che è possibile portarlo avanti in maniera telematica senza orari prefissati e con un’organizzazione personale.

In questo modo sarà possibile conciliare facilmente la preparazione dell’esame per l’Arma dei carabinieri con la “frequentazione” delle video lezioni che è possibile seguire grazie alla piattaforma telematica presente sul sito web dell’università online.

E non solo: il corso di laurea online in giurisprudenza a Lecce permette di acquisire tantissime competenze che possono essere spese nei più vari ambiti (dalle professioni legali a quelle in azienda o alla libera professione).

Il corso, infatti, permette allo  studente di acquisire una padronanza degli elementi della cultura giuridica di base, nazionale ed europea; di attuare un approfondimento di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo moderno anche nella prospettiva dell’evoluzione storica degli stessi; di acquisire capacità di progettazione e stesura di testi giuridici adeguatamente argomentati; di acquisire capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto positivo.

Requisiti per arruolamento carabinieri

Ma quali requisiti occorre possedere per affrontare il concorso per diventare carabiniere?

Il concorso pubblico per entrare nei carabinieri è aperto ai cittadini italiani in possesso di diploma di maturità. Dunque – come già detto – la laurea non è fondamentale e concorre solo a fornire maggiori possibilità di esito positivo del concorso e maggiore consapevolezza (se si tratta di laurea in giurisprudenza) in riferimento alle mansioni che si andranno a svolgere.

Per essere ammessi all’Arma è comunque necessario rispettare i requisiti richiesti: l’assenza di condanne penali e procedure penali in corso, il possesso della cittadinanza italiana e di godere dei diritti civili e politici. Inoltre è necessario anche rientrare in specifici requisiti fisici: è stato recentemente abolito il limite d’altezza, sostituito però da nuovi parametri per valutare l’idoneità (per gli uomini è richiesta una  percentuale di massa grassa nell’organismo non inferiore al 7% e non superiore al 22% e forza muscolare non inferiore al 40%; per le donne non inferiore al 12% e non superiore al 30% e forza muscolare non inferiore al 28%).

Inoltre, gli aspiranti carabinieri dovranno svolgere anche delle visite mediche generali e specialistiche e sottoporti ad analisi del sangue.

Per quanto riguarda l’età, possono partecipare al concorso i civili da 17 e fino a 26 anni d’età o i militari con grado di Maresciallo ordinario che intendono partecipare al concorso interno senza alcun vincolo anagrafico. I militari che vogliono diventare carabinieri sottotenenti non devono invece superare i 28 anni d’età.

Concorso carabinieri: in cosa consiste l’esame

Iniziamo a differenziare i due esami: quello per carabinieri semplici e quello per ufficiali.

L’esame per carabiniere semplice prevede un anno di volontariato presso l’esercito (VFP1) e il possesso della licenza media inferiore. Dopo questo periodo di un anno è possibile fare richiesta per l’ammissione all’Arma e per frequentare il corso attitudinale per allievi carabinieri.

Durante il corso (della durata di sei mesi) saranno affrontate le materie base che poi si troveranno all’esame e si svolgeranno prove fisiche ed attitudinali.

L’esame finale prevede il superamento di una prova relativa alle seguenti materie: diritto processuale, diritto penale, tecniche della circolazione stradale e tecniche di polizia giudiziaria.

Per diventare carabiniere ufficiale, invece, è prevista una differente procedura (e il possesso del diploma di maturità). Il concorso, infatti, verte su più prove: un tema scritto, una prova orale, una prova scritta, una prova di lingua straniera, una prova di informatica e una prova di attitudine psico-fisica.

Il superamento del concorso permette di accedere al corso dalla durata di due anni. Al termine del corso si consegue il grado di sottotenente. Per passaggi di grado interni, saranno da affrontare ulteriori concorsi pubblici.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali