informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Fare yoga a casa: consigli per principianti

Commenti disabilitati su Fare yoga a casa: consigli per principianti Studiare a Lecce

Sei interessato a cominciare a voler fare yoga a casa? O magari vuoi affinare la disciplina facendo pratica anche tra le mura domestiche? Ecco alcuni consigli a cura dello staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce su come praticare yoga da soli, migliorando gli asana.
tipi di yoga
Da un sondaggio condotto dallo staff della Unicusano di Lecce tra gli iscritti ai corsi di laurea online è emerso che la disciplina dello yoga si piazza tra le attività preferite dagli studenti.

Dunque, se avete da poco iniziato a praticare in classe ed ora avete intenzione di iniziare a fare yoga in casa o se avete intenzione di iniziare una pratica personale in modo sicuro e senza il rischio di farsi male, questo è l’articolo che fa per te!

Iniziamo dal primo caso: se già praticate esercizi di yoga, saprete che è necessario continuare ad allenarsi anche in casa, così  da migliorare la propria pratica iniziare subito a vedere dei buoni risultati.

Andare a lezione, infatti, è importantissimo per capire come fare gli asana in modo corretto e al tempo stesso per comprendere come costruire delle sequenze, sapere quali sono gli errori da evitare e entrare nel giusto feeling psicologico con la disciplina. Al tempo stesso, però, la pratica quotidiana in solitudine e in tranquillità porta a un miglioramento repentino.

Facendo yoga in casa, infatti, si riuscirà a trasformare la pratica in abitudine e in una routine piacevole.

E per chi ancora non ha iniziato con il corso di yoga? Esistono delle tecniche ad hoc per principianti per avvicinarsi alla disciplina dello yoga.

Siete interessati a scoprirne di più? Volete ricongiungervi con il vostro “io” più profondo? Volete entrare in contatto con questa filosofia di vita? Se la vostra risposta è si, continuate a leggere…

Consigli per fare yoga da soli: ecco a cosa prestare attenzione

Iniziamo con il dire che è assolutamente possibile praticare yoga in solitudine, senza seguire un corso. Questo perché lo yoga è un percorso individuale che nasce da esigenze personali. Per questo va praticato in intimità, allenando mente e corpo a calmarsi e a comprendersi a vicenda.

Ovviamente se non si hanno delle solide basi, è bene affidarsi all’inizio – magari parallelamente alla pratica a casa – ad un professionista in grado di guidare in maniera consapevole verso una pratica svolta in maniera corretta (senza ridurla meramente ad uno stretching). Infatti, l’esperienza degli insegnanti aiuta ad interagire con i centri energetici rispettando gli equilibri.

Ma quali sono i consigli per fare bene lo yoga? Ecco qua…

Trova il luogo perfetto e organizza una routine

Come prima cosa, occorre scegliere un luogo tranquillo nel quale iniziare a fare yoga, senza distrazioni e che possa essere sempre lo stesso. La pratica di questa disciplina, infatti, richiede routine, tranquillità e concentrazione.

L’ideale sarebbe una stanza areata e luminosa (se proprio non si può fare all’aria aperta), senza scarpe, con un abbigliamento comodo e dedicato allo yoga e a stomaco vuoto.

Sarebbe bello che gli esercizi di concentrazione si potessero ripetere ogni giorno, sempre alla stessa ora (infatti, meglio mezz’ora al giorno che due ore saltuariamente), nello stesso posto, con lo stesso tipo di vestiti.

Concentrati sul presente e rilassa la mente

Lo spirito dello yoga è proprio questo: abbandonare le distrazioni e al contempo emozioni negative come ansia, paura, rabbia. Per questo occorre mettere da parte – nel tempo dedicato allo yoga – le incombenze della giornata, come ad esempio lo studio e le lezioni universitarie.

Scegli la tua sequenza di asana e pianifica il tempo

Quando si arriva alla pratica intima dello yoga, è necessario strutturarsi (un po’ come si fa a lezione) scegliendo le sequenze che si adattano meglio al nostro essere, al giorno, alla stagione e all’umore. L’importante è non esagerare e mantenere sempre la giusta concentrazione.

Un consiglio è quello di creare una lezione personalizzata (e personale) seguendo uno schema del genere:

  • Essere consapevoli
  • Riscaldamento / preparazione
  • Cuore della lezione (una posizione)
  • Compensazione (un’altra posizione)
  • Rilassamento finale, pranayama / meditazione

Fai dello yoga uno stile di vita

Qualunque sia quello che hai scelto tra i tanti tipi di yoga che è possibile fare (tra Hatha yoga, Raja yoga, Bikram yoga e Kundalini yoga… per citarne solo alcuni) è importantissimo che questa pratica non sia meramente “sportiva” bensì si rispecchi anche nello stile di vita.

Fare yoga all’università è un modo per riequilibrarsi e trovare la giusta concentrazione che permetterà anche di avere un miglior rendimento nello studio. Proprio così: questa disciplina – secondo alcuni studi – concorre ad aumentare i voti all’università e – più avanti – il rendimento a lavoro.

Inoltre, lo yoga insegna l’ascolto, la pazienza, la non-violenza, la ripetizione, la calma, il relax… tutti comportamenti che possono rendere chi pratica yoga una persona migliore anche nella vita di tutti i giorni, ridistribuendo l’energia senza sprecarla – così da destinarla a qualcosa di realmente importante.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali