informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Guida di Lecce a misura di universitario: le 10 cosa da fare e vedere

Commenti disabilitati su Guida di Lecce a misura di universitario: le 10 cosa da fare e vedere Studiare a Lecce

Lecce si sta imponendo sempre più come una città d’arte da visitare assolutamente almeno una volta nella vita, e non solo d’estate. Per questo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce ha voluto redigere una speciale guida di Lecce a misura di universitario, indicando le 10 cose assolutamente da fare e visitare in città.

Guida di Lecce a misura di universitario

Vediamo insieme, dunque, le meraviglie della città salentina, leggendo questa guida turistica di Lecce, con una speciale menzione alle ghiottonerie da assaggiare assolutamente dopo un giro alla scoperta della città e dei suoi monumenti.

La gastronomia (o meglio, l’enogastronomia) è, per gli universitari, un modo fondamentale per scoprire il carattere salentino fatto di vini dal sapore forte e intenso, di oli profumati e di impasti tirati a mano e insaporiti con le spezie.

Tra i piatti tipici della tradizione leccese è d’obbligo menzionare il rustico e la puccia: sono due pani ripieni l’uno di mozzarella, besciamella, pomodoro, pepe e noce moscata e l’altra arricchita di olive nere e farcita a scelta.

Gli stomaci più allenati, inoltre, apprezzeranno le munichedde (cioè le lumachine).

Per i dolci c’è l’imbarazzo della scelta: si parte con il pasticciotto leccese e si continua con biscotti e dolcetti preparati con la pasta di mandorle.

Infine, una menzione speciale all’interno della guida turistica di Lecce va ai vini: il Negramaro, il Salice Salentino e il Primitivo di Manduria sono solo alcuni dei vini autoctoni salentini che si contraddistinguono per la corposità del colore e del sapore.

Dopo questo piccolo excursus tra le prelibatezze salentine, è ora di dedicarsi alla guida di Lecce a misura di universitario grazie alla quale sarà possibile scoprire bellezze architettoniche e siti archeologici.

Guida di Lecce a misura di universitario, ecco le meraviglie da non perdere

Il centro storico

Attraversando Porta Napoli (eretta nel 1548 in onore di Carlo V) si accede alla città vecchia. Passeggiando tra le stradine del centro storico sarà facile capire perché questa città è stata appellata come “signora del Barocco”: le guglie, i portali, i campanili, le case… tutto è ispirato al movimento architettonico.

Tra le vie del centro sarà suggestivo ammirare le vecchie botteghe artigiane dove si lavora la pietra e la carta pesta.

Poi, continuando a leggere la guida turistica di Lecce, ci si troverà in piazza Sant’Oronzo dove si apre la bellissima Villa Comunale (cioè i giardini), dove sarà possibile effettuare una breve sosta prima di continuare nella scoperta del centro della città.

Inoltre, sarà possibile visitare la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, in piazzetta Baglivi, e la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli in piazzetta Addolorata.

Infine, rimarrete estasiati nell’ammirare il cinquecentesco Palazzo Adorno e la Basilica di Santa Croce, simbolo della città e del barocco leccese.

L’anfiteatro romano

Nel II secolo d.C venne edificato questo bellissimo teatro che ancora oggi è possibile ammirare in tutta la sua magnificenza anche se alcune sue parti rimangono nascoste sotto la centralissima Piazza sant’Oronzo.

Oggi il teatro fa da cornice a manifestazioni e concerti, tanto da essere diventato fulcro e simbolo della cultura leccese e salentina.

Il Castello di Carlo V

Tra le bellezze architettoniche del capoluogo salentino – importanti da segnalare all’interno di una guida della città di Lecce – indiscutibilmente da inserire all’interno di una guida di Lecce a misura di universitario il Castello di Carlo V.

Il castello si trova sempre nei pressi di piazza sant’Oronzo e arricchisce il centro storico di storia e bellezza.

Nello specifico, venne edificato nel 1539 su progetto dell’architetto Gian Giacomo dell’Acaya. Oggi il Castello è sede dell’Assessorato alla Cultura e le sue sale sono utilizzate per eventi cultuali, mostre d’arte e immancabili manifestazioni enogastronomiche.

Da visitare il bellissimo Salone della Duchessa situato al primo piano del castello, caratterizzata da una volta a crociera e costoloni sorretti da capitelli tardo gotici scolpiti con decorazioni a foglie e figure allegoriche.

Il Duomo

Rappresentante indiscusso dello stile barocco salentino, il Duomo di Lecce è il fulcro della vita religiosa della città.

Il Duomo ha due ingressi: una facciata principale più sobria e una laterale dove lo stile barocco viene fuori in tutta la sua intensità, culminante con la statua del patrono Sant’Oronzo.

L’interno anche segue le linee del barocco leccese caratterizzato da pregevoli stucchi, marmi, altari lignei con inserti dorati, bronzi dorati e ampie tele di grande valore artistico.

La Basilica di Santa Croce

Infine, nella nostra guida della città di Lecce, segnaliamo questa chiesa, attigua al monastero benedettino, è un classico esempio del barocco leccese, pur essendo stata costruita su una preesistente base in stile rinascimentale.

La chiesa fu progettata e costruita tra il XVI e il XVII secolo ad opera di tre grandi architetti salentini: Riccardi, Penna e Zimbalo.

Il risultato fu sorprendente: gli elementi rinascimentali si fondono alla perfezione con la ricercatezza barocca in un’armonia di forme e strutture che rendono la chiesa un esempio di straordinaria bellezza architettonica.

Vi è piaciuta la nostra guida di Lecce a misura di universitario? Avete altri luoghi da segnalare? Ditelo nei commenti!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali