informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 7 hobby che fanno bene al cervello

Commenti disabilitati su I 7 hobby che fanno bene al cervello Studiare a Lecce

Quali sono gli hobby che fanno bene al cervello? È importante mantenere in allenamento la nostra testa per vivere con maggiore lucidità e meno stress le nostre vite. Ma non sempre ci dedichiamo ad attività che sono in grado di preservare il nostro benessere psicofisico. Quali sono queste attività? Abbiamo fatto un sondaggio sui nostri studenti e abbiamo attinto alla nostra esperienza per individuare sette attività che sono in grado di dare un boost di energia al cervello.

Hobby che allenano la mente

Sinapsi, siete pronte a darvi da fare? Siete cariche? Ottimo! Partiamo con i nostri consigli sulle attività che fanno bene al cervello e che è bene praticare per sentirsi in forma con mente e spirito. Attività manuali che stimolano la creatività, attività mentali che stimolano la memoria e molto altro, tutte utili per non invecchiare cerebralmente. Vediamone sette, che potrai provare durante quest’estate per godere dei benefici di un cervello allenato.

1. Meditazione per allenare la mente

allenamento cerebraleSì, siamo tra quelli un po’ fissati con la meditazione. Che c’è di male? Ti sembra un’attività soltanto per persone elevate, poco concrete o hippie? Ti sbagli di grosso. Scienziati, medici, scrittori, musicisti, tutte le persone che lavorano tanto con la mente sentono il bisogno di fermarsi un momento nella calma del silenzio mentale, che è benefica e impossibile da raggiungere. Hai capito bene, impossibile da raggiungere. E allora a cosa serve meditare come hobby che allena la mente? Serve a darti la capacità di inserire un piccolo frangente di pausa e di osservazione tra te, i tuoi pensieri, le tue emozioni e gli eventi esterni. In quel frangente ti osservi, e sviluppi la capacità di dare respiro alle tue reazioni e alle tue abitudini mentali, che diventano più consapevoli, più serene e meno sovraccariche di pensieri-scorie. Pulire la mente, tenerla allenata alla calma è un grande regalo che fai alla tua esistenza e a quella di chi ti circonda, perché accogli finalmente un nuovo modo di vivere, più leggero e consapevole, grazie a una mente che splende.

2. Fare giardinaggio fa bene alle mente

È un’attività fisica, ma in realtà è scientificamente provato che abbia un ottimo influsso sulle funzioni cerebrali. Occuparsi di un giardino, di piante da interni, di fiori sui balconi, di qualsiasi essere vegetale in grado di crescere e regalare bellezza offre grandi momenti di rilassatezza di cui la mente può giovare. Inoltre, per far crescere al meglio qualsiasi pianta o fiore bisogna essere connessi ai ritmi della natura, e questa connessione lavora sulla mente, e sul corpo, conferendole la sensazione di essere fortemente connesso al ciclo delle stagioni e ristabilendo in pienezza un’armonia del sistema psicofisico. Non si tratta di uno di quegli hobby che allenano la mente in modo performante e altamente produttivo, ma di quelle attività per sé stessi che sulla mente riversano il loro potenziale positivo.

3. Giochi mentalmente stimolanti

Che il gioco sia una cosa seria è ormai risaputo. Ma che il gioco faccia bene al cervello lo sta recentemente confermando anche la scienza. Ma forse anche i nostri nonni ne sapevano qualcosa. Te li ricordi intenti a giocare a scacchi o a carte per ore e ore, a fare strategie e calcoli, a ragionare e ad allenare il cervello alla prossima sfida bonaria con un compagno di giochi di lungo corso. Ecco, in quei pomeriggi o sere molti giocatori hanno regalato alle proprie funzioni mentali un bel trattamento anti-age. Tra gli hobby che fanno bene al cervello spiccano soprattutto i giochi di carte, i cruciverba e gli scacchi. Da sempre gli scacchia affascinano i cervelloni, e non sarà mica un caso.

4. Dipingere per attività gli emisferi cerebrali

Non servono doti artistiche elevate per lasciarsi andare ai benefici della pittura. Non si pretende da te che tu sia l’incarnazione di Raffaello e neanche di Picasso. Non devi eccellere in genialità. Stiamo solo suggerendoti quello tra gli hobby che allenano la mente più capace di stimolare e riequilibrare le attività degli emisferi cerebrali. Il destro collegato alla creatività e alle emozioni, e il sinistro delegato a tutti gli aspetti di gestione delle attività logico-razionali.

Da molti studi emerge che la pittura, la libera espressione del proprio estro creativo lascia aperto un ponte per comunicare in modo diretto e senza filtri, aumentando nel soggetto la concentrazione e la percezione di sé. Corri a comprare dei pennelli!

5. Ascoltare musica: l’Intellingent Dance Music

allenare il cervelloLa musica è un toccasana per mente e corpo. Aumenta la sensazione di gioia, di vitalità e fa venire voglia di muoversi. È sempre una buona abitudine ascoltare musica, anche quando si è un po’ giù di morale, è stato comprovato che innalza l’umore, anche se si ascolta musica triste!

Anche chi soffre di ansia ricorre alla musica per lenire un poco gli effetti, dedicandosi all’ascolto di generi rilassanti come l’ambient music e l’Intelligent Dance Music. Quest’ultimo genere è una branca della musica elettronica, caratterizzata da un tipo di sound più adatto all’ascolto piuttosto che al ballo. Ma l’ascolto della musica per far bene al cervello dev’essere soprattutto un ascolto orientato ai gusti personali. Per cui, premi play e lasciati andare all’ascolto di quello che ti piace. Il tuo cervello ringrazierà!

6. Imparare una nuova lingua

L’apprendimento di una lingua straniera allena in cervello, che si mantiene elastico utilizzando il ragionamento, il problem solving e anche un pizzico di creatività. Una lingua diversa dalla propria attiva una ginnastica cerebrale capace di dare ai neuroni una spinta a stare in forma e non invecchiare. Il cervello resta giovane e impara ad attivare aree che solitamente non vengono stimolate sufficientemente, contribuendo anche a un approccio più morbido e resiliente nella vita di tutti i giorni e nelle sfide che si palesano nel corso del tempo.

La sfida si fa ancora più dura quanto si tenta di apprendere una lingua che utilizza un alfabeto differente. Per farlo solitamente è necessario ricorrere all’aiuto di un insegnante, mentre è più semplice tentare di imparare una lingua straniera da autodidatta se si desidera imparare una lingua che utilizza l’alfabeto latino.

7. Suonare uno strumento musicale

Molte ricerche hanno dimostrato che uno dei migliori allenamenti mentali è indubbiamente imparare a suonare uno strumento. Come abbiamo detto prima, la musica ha un potenziale benefico immenso per i nostri neuroni, le sinapsi e per tutta l’attività del cervello. Ma non solo ascoltarla, anche produrla. Suonare uno strumento e imparare a farlo da zero rafforza il corpo calloso del cervello, ossia la lamina di fibre mieliniche che collega i due emisferi, lavorando e allenando memoria, competenze analitiche e motorie, creatività. Insomma, il tuo cervello si allena a diventare intelligente!

Questi sono solo semplici consigli alla portata di tutti. Ma sono pochi, soltanto sette. Sono molte altre le attività e gli hobby che fanno bene al cervello che si possono sperimentare e praticare, dal lavorare la maglia ai ferri passando per lo sport, dalla lettura all’utilizzo di app per allenare la mente create da team di neuroscienziati esperti. Speriamo almeno di averti solleticato lo stimolo a darti da fare per tenere il cervello in forma, attivo, curioso, e pieno di grinta per affrontare questi tempi incerti. E se non ti basta, ricorda che puoi anche scegliere di iscriverti all’università e studiare da casa con i corsi dell’Università Cusano. Continuare a studiare è una delle scelte migliori e più appaganti per la salute del nostro cervello!

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – AndrewLozovyi

Credits foto 1: Depositphotos.com – klss777

Credits foto 2: Depositphotos.com – SIphotography

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali