informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Indietro con gli esami di giurisprudenza? Ecco cosa fare

Commenti disabilitati su Indietro con gli esami di giurisprudenza? Ecco cosa fare Studiare a Lecce

Sei indietro con gli esami di Giurisprudenza e hai il terrore di non farcela. Ehi, dai, rilassati, è capitato a tutti. Questo è un problema risolvibile, devi mantenere la calma, organizzarti al meglio e vedrai che gradualmente ti rimetterai in carreggiata e recupererai. Non demoralizzarti troppo, sfrutta le tue energie incanalandole nel verso giusto.

Esami arretrati di giurisprudenza

esami di giurisprudenzaQuando ci si rende conto di essere rimasti indietro con gli esami di giurisprudenza il mondo sembra crollare. Gli studenti più sensibili sperimentano molte emozioni negative, senso di colpa, di fallimento e di ansia, tutte sensazioni che non contribuiscono positivamente a risolvere la questione. A tutti può capitare di non procedere speditamente come ci si immaginava, ci vuole esperienza per programmare un avanzamento che sia fattibile a seconda dell’energia e del tempo che si dispone. La prima regola è non fare confronti. Anche se i tuoi colleghi di corso sono più avanti di te questo non fa di te una persona inferiore o meno intelligente di loro. Continuare a fare confronti non porta a niente di buono, è totalmente inutile.

L’università è un percorso che riserva molte sorprese a chiunque, ci sono diversi aspetti che possono avere conseguenze sulla preparazione degli esami, dal metodo di studio utilizzato al contesto “ambientale” in cui si vive, dalla stagione dell’anno alla tipologia di disciplina e di prova che si deve affrontare. Non tutto è in tuo controllo, abbandonati e lasciati andare. Assolviti e pensa positivo. Se non sei riuscito a dare tutti gli esami del piano di studi sei in ritardo, questo è un dato di fatto, ma un dato di fatto che non ti qualifica come persona e che non dice assolutamente nulla di te. Guarda oltre, verso il modo migliore e più costruttivo per recuperare questa situazione con un approccio attivo. Molti studenti hanno rilasciato dichiarazioni e opinioni su Unicusano molto positive anche perché gli riconoscono piani di studi sempre molto curati e rigorosi.

Il piano di studio e il metodo

Il piano di studio che viene proposto dal corso di laurea dev’essere seguito con attenzione, per rispettare la propedeuticità degli esami, e di conseguenza avanzare in modo logico e graduale nell’approfondimento delle singole discipline. Se vuoi procedere diversamente ti suggeriamo di chiedere consiglio al tutor, e di valutare insieme a lui si è opportuno intraprendere un determinato esame con il suo programma prima o dopo altre materie. Agire di testa tua, sull’onda di un impulso o delle tue personali preferenze può rivelarsi sbagliato e metterti di fronte a programmi d’esame che eri convinto ti avrebbero entusiasmato e che invece ti mettono in difficoltà, perché non sei preparato a sufficienza per comprendere tutti i concetti.

Oltre al piano di studi gioca un ruolo essenziale il metodo di studio. Può darsi che sei in ritardo con gli esami di giurisprudenza perché non hai ancora trovato un metodo per studiare bene, per comprendere la materia e farla tua, senza dover apprendere a memoria concetti alla rinfusa. Sappi che il metodo di studio fa il circa il 60% del successo di un esame, se ti rendi conto che stai performando poco e che non procedi come dovresti è meglio che ti fermi un attimo e ragioni sul metodo di studio che stai usando. È intuitivo? È semplice da pianificare? Grazie ad esso maturi una comprensione personale e critica degli argomenti di studio? Se le risposte a queste domande sono affermative probabilmente hai già trovato il metodo di studio giusto per recuperare gli esami arretrati di giurisprudenza, altrimenti vuol dire che devi cercare ancora, e meglio.

Organizzare le giornate

I ritmi universitari procedono di pari passo con i ritmi quotidiani in generale. Una vita “sballata”, priva di una routine salutare e di buone abitudini non concilia un avanzamento rapido nel percorso universitario, anzi, lo ostacola. Per riuscire a dare gli esami arretrati di giurisprudenza deve rivedere da capo anche il tuo modo di condurre la vita tutti i giorni. Dormire, riposare, fare attività fisica e mangiare bene sono già quattro regole auree valide per qualsiasi problematica della vita quotidiana, compresa una questione così apparentemente distante essere rimasti indietro con gli esami.

Affronta pochi esami per volta, e quelli giusti

Adesso sei probabilmente poco lucido e in preda al panico, perché ti sei accorto che devi recuperare molti esami e vorresti farli tutti insieme. No, non è possibile. È quasi disumano. Quel che è fatto è fatto, non rischiare un esaurimento per recuperare questa situazione. Ragiona a lungo termine e pianifica in modo intelligente. Affronta pochi esami alla volta, due è il numero perfetto, due a luglio, due a settembre, ad esempio, così avrai di mezzo le vacanze per studiare (e anche per riposare, te lo meriti anche se hai esami in arretrato). Ma soprattutto concentrati sugli esami più importanti, quelli propedeutici. Se devi darne diversi scegli come punto di partenza uno in grado di darti uno stimolo utile a quelli che affronterai subito dopo. Un esame di base, che nel diritto sono di vitale importanza visto le numerose branche della materia.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – Wavebreakmedia

Credits foto 1: Depositphotos.com – voronin-76

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali