informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Mangiare a Lecce: ecco perché si resta a studiare in Puglia

Commenti disabilitati su Mangiare a Lecce: ecco perché si resta a studiare in Puglia Studiare a Lecce

Avete deciso di restare a studiare in Puglia iscrivendovi ai corsi online offerti dall’Università Niccolò Cusano? Ormai i giovani che hanno fatto questa scelta sono tantissimi – un +22% rispetto agli iscritti dello scorso anno alla Unicusano di Lecce – e a loro lo staff dell’Università online di Lecce ha deciso di chiedere quale fosse la motivazione principale che li ha indotti a restare.
eccellenze enogastronomiche pugliesi
Il risultato può far sorridere: rimanere a gustare la cucina tipica del territorio è stata la ragione che ha spinto i giovani universitari a non scegliere di trasferirsi come fuori sede presso le capitali universitarie. Proprio così: mangiare a Lecce sembra essere tra le ragioni principali della permanenza in Puglia.

E questo dato fa riflettere anche in riferimento alle possibilità lavorative future per questi giovani: molti sbocchi occupazionali, infatti, si stanno aprendo negli ultimi anni proprio nel settore del food & beverage e sono in primis le imprese produttrici del territorio a sentire l’esigenza di arricchire il proprio organico con laureati motivati, interessati ed appassionati.

Sono proprio le piccole e medie imprese di produzione locale a investire sui giovani e sul territorio portando alla ribalta le eccellenze enogastronomiche pugliesi, esportandole in Italia e nel mondo. E gli universitari che mirano ad un posto da protagonisti nel settore del food non resteranno delusi: dei dati confermano la tendenza e danno le possibilità lavorative ad un +12% nei prossimi anni, rispetto a soli tre anni fa.

Ma quali sono i piatti tipici di Lecce? Cosa caratterizza il Salento in maniera così distintiva, tanto da convincere i giovani universitari a rimanere per assaporare queste pietanze ogni giorno ? Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce lo ha chiesto proprio ad un campione di 100 iscritti ai corsi di laurea online ed è emersa una mappa gustosa, tutta da assaggiare…

Cosa mangiare in Puglia: ecco cosa non perdere

Volete sapere cosa mangiare in Salento? Continuate a leggere!

Scapece

La scapece è il pesce fritto marinato in strati di pangrattato, aceto, aglio, menta, zafferano. Rappresenta uno degli street food più gustosi dell’intera penisola salentina: infatti, viene venduto per strada e presso le bancarelle delle fiere di paesi e delle sagre. Tipico di Sant’Oronzo è ora mangiato in tutto il sud della Puglia.

Frisa

Fondamentale da assaporare in tutte le varie versioni in cui è proposta (di grano duro, di orzo, integrale…) è l’accompagno tipico della stragrande maggioranza dei piatti salentini. L’importante è ricordarsi di “sponzare”, cioè di bagnare la frisa in acqua fredda per pochi secondi, prima di condirla con olio e pomodori o inzupparla nel sugo della peperonata appena servita. Ottima da assaggiare tra le specialità del Salento!

Pasticciotto

È un’esplosione di gusto che racchiude tutti i sapori dolci della Puglia. Il pasticciotto salentino (che la leggenda vuole nato da un esperimento di un pasticcere di Galatina nel 1745) è caratterizzato da dolcissima crema pasticcera inserita in uno scrigno di pasta frolla.

Ancor più buono se accompagnato da un caffè in ghiaccio con il latte di mandorla.

Turcinieddhi

Non c’è festa o sagra di Lecce e dintorni in cui questi turcinieddhi non la facciano da padrone tra il cosiddetto cibo di strada. I turcinieddhi (caratterizzati da interiora di agnello e fegatini vari) sono annoverati nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali redatto dal Ministero delle Politiche agricole e forestali. Un patrimonio dell’umanità, a sentire gli studenti universitari iscritti alla Unicusano di Lecce!

Mustazzoli

Nati dall’incontro con la cultura araba, i mustazzoli sono biscotti non lievitati ricoperti da una leggera glassa a base di cioccolato che li rende ancor più gustosi. Oggi, ovviamente, l’origine tende ad esser dimenticata e sono davvero diffusissimi tanto che è possibile trovarli ovunque: dalle sagre paesane alle pasticcerie più “chic”.

Parmigiana di melanzane

Chiudiamo la classifica con un piatto tipico amato dagli universitari di Lecce e non solo: la parmigiana. Caratterizzata da melanzane fritte accompagnate da mortadella, mozzarella e uovo lesso. Pur essendo non riconosciuta l’origine salentina (d’altra parte, se ne contendono la paternità diverse regioni italiane), a Lecce è in provincia la parmigiana è un piatto che viene preparato in tutte le case e i ristoranti.

Avete apprezzato i nostri consigli sui piatti da gustare a Lecce? Condividete l’articolo sui vostri canali social e… buon appetito a tutti!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali