informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono gli sport che fanno bene al cervello

Commenti disabilitati su Quali sono gli sport che fanno bene al cervello Studiare a Lecce

Ci sono davvero degli sport che fanno bene al cervello? Umo studio condotto dall’Università Niccolò Cusano di Lecce ha deciso di dimostrare le attinenze positive tra sport e studio al fine di incentivare i giovani universitari pugliesi a praticare attività sportive.
sport e studio
Infatti, come si evince dallo studio della Unicusano, fare sport racchiude enormi vantaggi e non solo per il fisico: a beneficiarne è anche (e soprattutto) il cervello.

Ma come può lo sport favorire l’apprendimento e ritardare l’invecchiamento del cervello? Prendendo come spunto studi scientifici condotti dalla Columbia University, possiamo affermare che i giovani sportivi presentano dei lobi frontali (cioè la zona del cervello sede delle funzioni esecutive) più stimolati da cui deriva una maggiore capacità di ragionamento.

E non solo: grazie alla diagnostica per immagini è stato dimostrato che l’attività fisica è in grado di stimolare la nascita di nuove cellule nell’ippocampo (la zona del cervello che controlla la memoria e l’apprendimento) impedendone l’invecchiamento e la stasi.

Ecco perché il cervello non deve solo essere stimolato attraverso “giochi” mnemonici o tramite il piro studio, bensì deve ricevere linfa vitale anche dal fisico, tramite lo sport e l’attività.

Dunque, per concludere, possiamo affermare che chi è fisicamente attivo mantiene nel tempo, rispetto a chi conduce una vita sedentaria, gode di una migliore autonomia, rafforzando le potenzialità di apprendimento e godendo di una altrettanto migliore qualità della vita.

Gli sport con più benefici per il cervello: eccoli qui

Ma esistono sport che più di altri stimolano il cervello? La lista è ovviamente soggetta a interpretazione personale: ognuno deve scegliere liberamente lo sport che preferisce, in cui riesce bene e che lo fa star bene – senza imposizioni esterne.

Detto ciò, è vero che alcuni sport più di altri favoriscono il benessere della nostra mente; vediamoli insieme…

Ciclismo

Come tutti gli sport all’aria aperta, la bicicletta è un toccasana per il fisico. E c’è di più: sembra essere uno degli sport che maggiormente attiva il cervello e lo aiuta a rimanere giovane, vitale e aperto agli stimoli. Infatti, andare in bicicletta costringe il cervello a doversi adattare agli stimoli ambientali e agli imprevisti e per questo riesce ad agire sui processi di plasticità cerebrale, ovvero sulla capacità dei circuiti del cervello di adattarsi bene e in fretta.

Calcio

Il calcio, come tutti gli sport di squadra dove esiste una tattica condivisa, stimola in cervelli a cercare sempre una soluzione in accordo con gli altri. Inoltre, stimolando il senso di appartenenza, mira a ridurre lo stress e gli stati di ansia.

E non solo: i ragazzi che decidono di studiare da casa a Lecce, intraprendendo un percorso formativo in modalità telematica, hanno più di altri necessità di socialità e questo bisogno può essere soddisfatto al 100% da una bella partita in compagnia degli amici; è un po’ come resettare il cervello dai problemi per tornare bambini.

Nuoto

Come altri sport “in solitaria” (free climbing, corsa…) il nuoto mette ciascuno di fronte ai suoi limiti e contribuisce a aumentare le potenzialità di mente e corpo.

Inoltre, nuotare regolarmente aumenta le dimensioni dell’ippocampo e favorisce l’apprendimento. E c’è di più: essendo uno sport “simmetrico” (cioè che fa lavorare le due metà del corpo allo stesso modo) favorisce la coordinazione, cosa che porta all’incremento delle connessioni fra i due emisferi cerebrali attraverso lo sviluppo di connessioni nervose. Questo stimola le funzioni dell’apprendimento.

Arti marziali

Ci sono tantissimi sport riconducibili alla macro area delle arti marziali: tutti concorrono a formare una disciplina rigida fatta di regole ferree dal grande coinvolgimento morale. Questi sport creano uno status di “difesa” del cervello che è pronto a combattere ed eventualmente anche a ricevere stimoli di dolore.

Recenti studi hanno dimostrato che sottoporsi costantemente a stimoli stressogeni migliora le risposte del cervello in riferimento al controllo e alla tenacia. Allenarsi ad essere vigili e pronti a mettere in gioco comportamenti razionali e programmati (quindi non dettati dal puro istinto)  – inoltre – è un beneficio per tutti gli aspetti della vita.

A Lecce ci sono molti luoghi presso cui è possibile praticare i suddetti sport sotto la supervisione di maestri preparati; per avere maggiori informazioni potete contattare società sportivi e centri. I referenti sapranno indicarvi gli orari delle palestre, i costi e le modalità di frequentazione che più di addicono alle vostre esigenze.

La possibilità di organizzare autonomamente gli orari di fruizione delle lezioni universitarie senza alcun vincolo permette a tutti di scegliere il proprio sport, privilegiando l’attività fisica che tanto fa bene alla mente  e – di conseguenza – allo studio!

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali