informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è e come funziona il test di verifica delle conoscenze all’Università?

Commenti disabilitati su Cos’è e come funziona il test di verifica delle conoscenze all’Università? Studiare a Lecce

Il test di verifica delle conoscenze pregresse è un test a cui vengono sottoposti gli studenti e le studentesse che vogliono immatricolarsi a determinati corsi di studi. Le prove di questo tipo di solito non precludono l’iscrizione, e non implicano uno sbarramento all’ingresso, sono utili per conoscere la preparazione di base e contribuire all’orientamento verso la scelta del percorso universitario. I futuri iscritti, in taluni casi, possono immatricolarsi anche prima di aver sostenuto la prova, a seconda del regolamento e dell’organizzazione dell’ateneo.

Test di ingresso universitari e test di verifica

test di ingressoI test di ingresso universitari, invece, sono diversi dal test di verifica delle conoscenze, in quanto il loro risultato può precludere o meno l’iscrizione a un determinato corso di laurea che prevede il numero chiuso. In questo caso il test di ingresso è vincolante e gli studenti non possono essere esonerati.

Le varie facoltà che promuovono l’utilizzo della prova di verifica delle conoscenze prendono misure differenti a seconda delle proprie necessità e possono indicare determinati casi di esoneri dalla prova. Per esempio coloro che passano tra corsi interni alla stessa facoltà non devono sostenere il test.

Come funziona il test di verifica delle conoscenze

La prova delle conoscenze pregresse è solitamente programmata con largo anticipo rispetto all’inizio dell’anno accademico. Anche se la prova non è selettiva è utile dare agli studenti la possibilità di immaginare diverse opzioni se non si ritengono soddisfatti della performance raggiunta durante il test. Oppure, grazie ai risultati dei test delle conoscenze possono rimediare a eventuali lacune o carenze formative che potrebbero rendere meno efficiente lo studio.

Ovviamente la prova di verifica può essere sostenuta soltanto una volta per anno accademico. One shot! O la va o la spacca! Se totalizzi un punteggio basso non è detto che tu sia fuori dai giochi, anzi ci sei dentro fino al collo.

Agli studenti che non hanno raggiunto risultati ottimali può venire richiesto di sopperire a obblighi formativi aggiuntivi (OFA). Il recupero degli OFA avviene solitamente on line, anche grazie alle innovazioni recenti, sospinte dalla fase pandemica che abbiamo vissuto. Unicusano erogava corsi on line (e non solo OFA) ben da prima, e già in tempi non sospetti. Gli OFA spesso, nella maggior parte delle università, hanno frequenza obbligatoria, anche per garantire a tutti gli studenti iscritti di partire dallo stesso livello.

Ma cosa succede a chi non supera la prova? Nei casi più rigidi si possono sostenere gli esami soltanto dopo il superamento della prova, il che in effetti sembra assimilare questa condizione a quella che si verifica quando viene mancato il superamento della prova del test di ingresso vincolante.

La differenza sta nel fatto che quando non si supera il test di ingresso si è totalmente perso un anno accademico, mentre se non si supera la prova delle conoscenze pregresse si può accedere all’anno accademico, previo recupero degli OFA (obblighi formativi aggiuntivi)

Che cosa è la verifica delle conoscenze e competenze per l’accesso

La regolamentazione degli accessi universitari è stabilita dai regolamenti interni degli atenei, che indicano le modalità con cui si accede ai corsi di laurea triennale e ai corsi di laurea magistrale. Anche alcune facoltà dell’Università di Lecce prevedono la verifica delle conoscenze e competenze per valutare se gli studenti debbano o meno assolvere a Obblighi Formativi Aggiuntivi. Entro quando vanno assolti gli OFA? Generalmente entro un anno dall’immatricolazione.

E quali sono le materie coinvolte?

  • Cultura generale: lingua italiana e nozioni economico-giuridiche di base
  • Competenze cognitive: ragionamento logico e matematico
  • Lingua inglese
  • Informatica
  • Competenze comunicative, relazionali, realizzative e manageriali (Soft Skills)

In quanto tempo di devono assolvere gli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA)?

Come abbiamo precedentemente indicato, gli OFA devono essere assolti entro un anno dall’immatricolazione. I corsi predisposti dagli atenei e dalle facoltà non sono a pagamento, vengono garantiti a frequenza gratuita ma caldamente consigliata.

Anche i corsi vengono erogati tramite piattaforma di e-learning, la stessa che l’Università Niccolò Cusano utilizza per i corsi di laurea e i master universitari.
Se precedentemente abbiamo sostenuto che soltanto dopo aver superato e colmato gli Obblighi Formativi Aggiuntivi è possibile sostenere regolarmente e frequentare altri esami previsti dal piano di studi universitario, ci teniamo a ribadire che non è sempre così. In molti casi nel periodo in cui nono sono stati colmati gli OFA è possibile accedere agli altri insegnamenti.

A distanza di un anno dall’immatricolazione, nel caso in cui i corsi OFA non siano stati frequentati e completati verrà negata l’opportunità di prenotare altri esami, e quindi di proseguire e avanzare nel percorso universitario. Ciò è abbastanza comprensibile, anche perché se non si hanno determinate conoscenze è difficile andare in profondità in alcune materie e comprenderle pienamente. La preclusione decade nel momento in cui verrà ultimata e portata a compimento la frequenza dei corsi OFA assegnati.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – serezniy

Credits foto 1: Depositphotos.com – cabaxa

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali