informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Gli sport più praticati dagli universitari di Lecce, la top 3

L’attività sportiva è una passione irrinunciabile per i ragazzi; ecco perché lo staff dell’Università Online Niccolò Cusano ha voluto indagare a proposito de gli sport più praticati dagli universitari di Lecce.

Gli sport più praticati dagli universitari di Lecce

Dal sondaggio emerge che la passione per lo sport è nel DNA degli iscritti all’università online a Lecce.

Il fatto di aver scelto di frequentare un corso di laurea in modalità e-learning, infatti, è strettamente connesso all’attività sportiva.

Senza orari restrittivi per frequentare le lezioni universitarie è possibile gestire autonomamente il proprio tempo, senza trascurare le passioni sportive (o di altro genere).

Ma quali sono gli sport più praticati dagli universitari di Lecce?

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha sottoposto il quesito a un campione di 200 iscritti ai corsi online a Lecce, metà ragazzi e metà ragazze.

Emerge un quadro interessante e piuttosto variegato da cui emerge però una ferma intenzione: mantenersi in forma.

Dicembre, infatti, è il mese dell’anno in cui più difficilmente si riesce a rispettare un regime alimentare corretto, viste le classiche abbuffate dei giorni di festa.

Ciò che conta, però, è non dimenticare l’attività sportiva per restare in forma.

Vediamo nello specifico gli sport più praticati dagli universitari di Lecce:

Calcio

L’Università Niccolò Cusano, da sempre vicina al mondo del calcio, ha appreso con interesse questa passione dei ragazzi di Lecce.

L’università online, infatti, ha acquistato la squadra di calcio del Fondi per farne il portavoce della ricerca scientifica.

Con questa partnership è nata così la “Unicusano Fondi Calcio: la squadra della Ricerca Scientifica”.

Utilizzando il calcio, lo sport più amato nel nostro paese, l’Università Niccolò Cusano vuole informare e sensibilizzare sull’importanza della ricerca scientifica.

Pallanuoto

In una città di mare votata allo sport, molti ragazzi affermano di preferire la pallanuoto.

Come il nuoto, infatti, è uno sport dagli ampi benefici fisici, uniti ad una giusta dose di competitività e di gioco di squadra.

Pallavolo

Alla terza posizione si attesta un altro sport di gruppo: la pallavolo.

Anche in questo caso si sta registrando nel capoluogo pugliese uno sviluppo continuo di questo sport che sta dando lustri alla città sia nelle specialità maschili sia femminili.

Fuori dalla top 3 sport quali la palestra e il footing in quanto – diversamente dagli allenamenti previsti da calcio, pallanuoto e pallavolo – possono essere svolti in ogni momento.

Commenti disabilitati su Gli sport più praticati dagli universitari di Lecce, la top 3 Studiare a Lecce

Leggi tutto

HR a Lecce, cosa occorre studiare

Studiare HR a Lecce è sempre più quotato da parte degli studenti universitari che hanno voglia di impegnarsi e specializzarsi in questa professione.

HR a Lecce

La richiesta di aziende, riferita alla figura di un responsabile delle risorse umane, infatti, è in constante crescita e le figure più richieste devono avere un’alta specializzazione e professionalizzazione.

HR a Lecce, chi sono e cosa fanno

Gli esperti in HR a Lecce sono figure indispensabili all’interno di ogni azienda. Si occupano di reclutare ed amministrare il personale, evitando eventuali episodi spiacevoli e gestendo le relazioni tra l’organico e il manager.

Infatti, non si tratta solo di selezionare; un HR specialist deve essere in grado di valutare il fabbisogno previsionale di personale nell’elaborazione dei piani aziendali annuali.

Una volta svolto il colloquio ed assunta la nuova risorsa, l’HR a Lecce dovrà  gestire tutte le pratiche amministrative, definendo in accordo con la direzione il contratto individuale ed inserendo il neo-assunto nel sistema di amministrazione del personale.

La funzione svolta, dunque, è di tutoring nel primo periodo per poi passare ad un monitoraggio e ad una valutazione delle prestazioni del nuovo personale inserito in un’ottica di miglioramento continuo delle competenze dell’organizzazione.

Studiare per diventare HR a Lecce

L’università online Niccolò Cusano ha promosso un master ad hoc per formarsi per diventare HR a Lecce.

Il Master in Gestione ed amministrazione delle risorse umane, infatti, ha come obiettivo quello di formare professionisti nell’area della gestione e sviluppo delle Risorse Umane, fornendo le competenze necessarie per l’inserimento nell’area HR di imprese e organizzazioni, della pubblica amministrazione o di società di ricerca e consulenza.

Inoltre, nel corso del master, al fine di far comprendere agli studenti modalità ed efficacia del percorso di coaching intrapreso, è offerta la possibilità di svolgere sessioni di coaching individuale con docenti ed esperti professionisti del settore.

Nello specifico, il master in Gestione ed amministrazione delle risorse umane a Lecce è articolato in:

  • lezioni video con materiale appositamente predisposto;
  • seminari e workshop in presenza e on line;
  • congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento, allo studio individuale e domestico;
  • eventuali verifiche per ogni materia

Tutti i corsisti dovranno infine sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti.

La metodologia adottata per la fruizione del master (1.500 ore per 16 crediti formativi) è di tipo e-learning; ciò consente di creare un ambiente di apprendimento personalizzato e altamente flessibile, garantendo la disponibilità sempre e ovunque dei contenuti proposti.

Per avere maggiori informazioni sul master online per HR a Lecce, è possibile contattare il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su HR a Lecce, cosa occorre studiare Studiare a Lecce

Leggi tutto

Prendere appunti all’università: chi studia online riesce meglio

Prendere appunti all’università è un’attività che tutti gli studenti fanno(chi peggio, chi meglio). Da un sondaggio condotto dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Lecce, è emerso che l’89% degli studenti pugliesi studiano quasi esclusivamente dai loro appunti.

prendere appunti all'università

Questo perché?

Perché prendere appunti all’università, frequentando le lezioni in modalità e-learning, è più facile e permette una gestione maggiormente efficace del tempo.

Studiando online, infatti, si riescono a focalizzare meglio i concetti espressi dal professore in quanto ci si trova in un ambiente raccolto e tranquillo e si ascoltano le lezioni esattamente nel momento della giornata in cui si è più predisposti all’ascolto.

Ognuno, infatti – dopo una breve riflessione su se stesso – è in grado di sapere se il proprio picco di concentrazione arriva la mattina presto o nel tardo pomeriggio, quando si sono assolte tutte le altre incombenze della giornata, o magari di notte, quando cala il silenzio.

Studiare online a Lecce, dunque è il miglior modo per concentrarsi sulla propria carriera universitaria.

Prendere appunti all’università: alcuni consigli di Unicusano

Per prendere al meglio appunti all’università, in base ad ogni lezione che si sta frequentando, è importante capire come il professore tende ad esprimersi: utilizzando delle slide, procedendo per punti, spaziando tra vari argomenti…

In ognuno di questi casi è necessario improntare il proprio metodo di prendere appunti, magari segnando a margine del foglio domande o dubbi da sottoporre al docente.

L’università Niccolò Cusano di Lecce, per questo motivo, mette a disposizione degli studenti che frequentano in modalità e-learning, un sistema di tutoraggio e un’assistenza tecnica costante alla piattaforma.

Inoltre, per prendere appunti, c’è chi preferisce carta e penna e chi una tastiera: sta a ciascuno individuare il modo più rapido e chiaro per impostare gli appunti in base allo schema mentale e più consono, poi, allo studio.

Nel caso in cui si scriva a mano è importante non esagerare con le correzioni e gli asterischi: si rischierebbe di avere appunti confusi e non più comprensibili.

Nel caso della videoscrittura, invece, attenzione a salvare correttamente il file.

L’importanza di prendere appunti all’università

Prendere appunti all’università deve essere, dunque, una strategia di apprendimento attivo.

Infatti, prendendo appunti in maniera corretta e analitica è possibile ridurre drasticamente le ore di studio, aumentandone la qualità. Parola di Unicusano.

Commenti disabilitati su Prendere appunti all’università: chi studia online riesce meglio Studiare a Lecce

Leggi tutto

Diventare Life Coach a Lecce: ecco come fare

Tra le figure professionali emergenti si focalizza la ricerca di lavoro dei giovani universitari; ecco perché molti scelgono di diventare life coach a Lecce.

diventare life coach a Lecce

Implementare la crescita personale e puntare sulla salute: questi gli insegnamenti che può offrire un life coach a Lecce.

Da un sondaggio condotto dall’università online Niccolò Cusano, emerge che, tra le professioni “emergenti”, quella del life coach è sicuramente una delle più interessanti per gli studenti universitari di Lecce.

Chi è un life coach?

Il life coach è un professionista che, analizzando il modo di vivere, le abitudini e i comportamenti, saprà redigere un programma di riabilitazione fisica e mentale, così da donare serenità al cliente.

Negli Stati Uniti d’America sono sempre più i manager stressati e con poca vita sociale al di fuori del lavoro che si rivolgono ad un life coach. Le motivazioni sono le più svariate: stando sempre a lavoro mangiano male, si sentono stanchi e nervosi, sono stressati e vivono in un costante stato di ansia.

Per sanare tutte queste problematiche, il life coach, progetterà per il cliente uno stile di vita ad hoc, modificando le sue abitudini e mirando a ritrovare la salute persa.

Per questo, negli USA, è ormai dagli anni ’70 che la figura del life coach è in pieno sviluppo ed è tra le professionalità maggiormente richieste dal mercato.

La figura del life coach in Italia

In Italia la figura del life coach si sta imponendo negli ultimi anni in quanto il modello statunitense sta sempre più permeando il nostro modo di vivere. Proprio per questo motivo sono molti i manager italiani a richiedere accanto a se la figura di un life coach che possa insegnare la serenità, aiutando a raggiungere i propri obiettivi.

Infatti, quando si parla di alti livelli lavorativi, si assiste spesso ad una snaturazione della persona e, a causa di ciò, un manager rischia di perdere contatto col proprio entourage lavorativo, arrivando a non considerarlo più come dovrebbe.

Il life coach aiuterà a rivalutare le cose importanti, infondendo nel cliente una nuova fiducia in se stesso e formando il carattere per eventuali sfide future.

Come fare per diventare life coach a Lecce?

Visti i risultati del sondaggio, l’Università Niccolò Cusano vuole fornire alcuni consiglia agli studenti che intendono diventare life coach a Lecce.

Innanzitutto è importante non tralasciare la preparazione psicologica, che deve essere alla base della professione e della specializzazione. Una laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, promossa dall’università online Niccolò Cusano, fornirà una giusta preparazione per favorire la comprensione dei meccanismi psicofisiologici alla base del comportamento, delle dinamiche delle relazioni umane, dello sviluppo psicologico durante l’intero arco di vita e delle eventuali condizioni di disagio psichico e psicopatologico.

Vuoi diventare life coach a Lecce? Visita il sito dell’Università Niccolò Cusano o chiama per maggiori informazioni il numero verde 800 987 373.

Commenti disabilitati su Diventare Life Coach a Lecce: ecco come fare Studiare a Lecce

Leggi tutto

La figura dell’ Export Area Manager a Lecce, come diventarlo

La Puglia è una regione dalle eccellenze gastronomiche conosciute in tutto il mondo: olio extravergine d’oliva, vino, pane e taralli… Proprio per questo sono molte le aziende enogastronomiche locali a richiedere la figura di un Export Area Manager qualificato che possa far espandere il mercato del food & beverage all’estero.

Export Area manager a Lecce

Diventare Export Area Manager a Lecce, dunque, è un ottimo modo per far crescere la propria regione, superando la crisi in cui versa il mercato italiano, rilanciando all’estero le eccellenze locali.

Inoltre, pur dovendo trascorrere lunghi periodo fuori dall’Italia al fine di studiare i mercati (in special modo quelli emergenti) a cui rivolgerà i prodotti aziendali, l’Export Area Manager continuerà ad affondare le radici nella sua terra.

Ma cosa è necessario studiare a lecce per diventare Export Area Manager?

L’Università Niccolò Cusano ha appositamente promosso corsi di laurea online in Economia e Management che permettono di specializzarsi e qualificarsi, tanto da riuscire ad imporsi poi facilmente nel mondo del lavoro. A una laurea in Economia e Management, inoltre, va affiancata un’ottima conoscenza delle lingue e una formazione giuridica che permetta di addentrarsi nelle normative che regolano i mercati esteri.

Studiare online a Lecce

L’offerta formativa dell’Università online Niccolò Cusano a Lecce permette di acquisire competenze specifiche e perfettamente attuali, così da garantire l’accesso diretto alla professione di Export Area Manager a Lecce. Il corso di laurea online a Lecce in Economia e Management, offre sbocchi professionali riferiti ad un’ampia gamma di professioni dell’area economica e aziendale; nello specifico:

amministrazione, contabilità e controllo nelle imprese private e pubbliche;
• gestione delle risorse umane;
management nelle diverse funzioni aziendali;
consulenza aziendale nelle diverse forme e nei differenti settori dell’area aziendale e dei mercati finanziari;
supporto e consulenza alla clientela in riferimento ai servizi finanziari e commerciali svolta prevalentemente alle dipendenze di istituti bancari, assicurativi e finanziari;
• gestione, elaborazione, monitoraggio e analisi di dati statistici utili a fini previsionali nei diversi settori economici delle imprese.

Il funzionamento delle aziende rivolte ad un mercato estero ha infatti necessità di figure formate che siano disponibili ad affrontare i primi anni di inserimento con mansioni limitate a determinate aree di mercati esteri per poi diventare, nei cinque anni successivi, responsabili vendite. Come Export Area Manager, inoltre, si potrà anche studiare l’elaborazione di prodotti specifici destinati esclusivamente ad un mercato internazionale.

Commenti disabilitati su La figura dell’ Export Area Manager a Lecce, come diventarlo Studiare a Lecce

Leggi tutto

Eventi culturali a Lecce a novembre per gli studenti universitari

Lecce, capitale del Barocco del Sud Italia, è anche una città dove la vita culturale ferve. Non solo cibo e musica (che chiaramente non mancano mai) ma eventi culturali come workshop, mostre e incontri formativi.

L’Università Niccolò Cusano ha stilato una guida per segnalare agli studenti universitari gli eventi culturali in programma a Lecce da non perdere a novembre.

eventi culturali a Lecce

L’offerta leccese in materia culturale è assai ampia e variegata e riesce a soddisfare tantissimi gusti e altrettante esigenze: si passa da spettacoli teatrali a incontri e workshop formativi, ma ci sono anche retrospettive e mostre dedicate ad artisti emergenti tanto quanto visite gratuite ai musei dedicati al territorio.

Coloro che frequentano l’università a Lecce, dunque, avranno modo di ampliare la loro cultura e la loro formazione grazie agli eventi organizzati sul territorio ad opera del Comune e delle tante associazioni presenti.

Ma quali sono gli eventi culturali imperdibili a novembre, per gli studenti universitari di Lecce?

Ecco le indicazioni dell’Università Niccolò Cusano.

Mostra di Valeri Tarasov al MUST di Lecce. Il museo MUST, location della mostra, si snoda tra le sale del Monastero di Santa Chiara, nel centro storico della città. Sarà suggestivo seguire lo svilupparsi delle opere d’arte contemporanea del maestro Tarasov all’interno di uno spazio storico come quello del MUST. Il Comune di Lecce, con questa mostra, dimostra una forte vocazione nei confronti dell’arte del XXI secolo. Gli studenti universitari potranno visitare la mostra fino al 27 novembre, negli orari di apertura del MUST.

Visita del Parco Astronomico San Lorenzo. Per chi ha la testa tra le stelle, è d’obbligo una visita al più grande osservatorio del Salento. Sono molte le attività proposte, prima fra tutte l’apertura autunnale che prevede serate di osservazione degli astri attraverso l’utilizzo di cinque telescopi. Inoltre si potrà visitare il museo del cosmonauta ed assistere ad uno spettacolo all’interno del Planetario Digitale in 3D. Il calendario delle serate “spaziali” è in continuo aggiornamento, vista la grande affluenza, in special modo da parte di ragazzi tra i 25 e i 35 anni.

Workshop dedicati ad Andy Wharol e alla pop art. Presso il museo Carlo V di Lecce, tra ottobre e novembre, sono in programma diversi laboratori e workshop all’interno della mostra “Andy Wharon Ladies and Gentleman”, nella quale sono presenti anche gli scatti d’autore di Maria Mulas. Per gli studenti universitari leccesi che intendono immergersi nel mondo della pop art, sono stati pensati due workshop nel mese di novembre: “La polaroid e la manipolazione” (che si terrà il 6 novembre alle ore 10.00) durante il quale il fotografo Lorenzo Papadia avvierà i partecipanti alla conoscenza di questo mezzo fotografico ormai vintage e “Ritratti. Le tante facce di me” (previsto per il 13 novembre alle ore 10.00) dove è previsto un intervento dello storico d’arte Melania Longo la quale proporrà momenti di formazione sui temi di identità individuale, crescita personale e sulle relazioni.

– Laboratorio al femminile “Donne senza veli”. A San Cesareo di Lecce, presso il teatro dei Veleni, si svolge questa iniziativa dedicata alle donne, alla loro forza, al loro coraggio e all’importanza del racconto. A condurre i laboratori sarà la regista Alessandra Cocciolo Minuz insieme alla psicoterapeuta Rossana Colonna. Da novembre a febbraio si svolgeranno una serie di incontri, aperti a tutti, sul ruolo delle donne nella società. Sarà interessante per gli studenti universitari di Lecce scoprire, attraverso miti e fiabe, le memorie autobiografiche delle donne prese in esame.

– TedxLecce, evento all’interno della rassegna “Conversazioni sul futuro”. Nuovi stimoli, progetti e l’impegno di tanti relatori che si alterneranno sul palco del teatro Politeama di Lecce: questi gli ingredienti della rassegna “Conversazioni sul futuro”, una serie di incontri (dal 3 al 6 novembre) che culmineranno con TedxLecce. Il tema portante di questo convegno sarà la memoria; sul palco interverranno il cantautore Daniele Silvestri, il giornalista Marco Damilano, la fisica Lucia Votano, il medico Pierdante Piccioni, il padre del primo personal computer della storia Gastone Garziera, il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury e altri. La memoria, dunque, vista e raccontata in ambiti diversi – da quella economica a quella comunicativa – tutti proiettati verso il futuro. Tra gli eventi a Lecce, TedxLecce è sicuramente uno dei più interessanti e si svolgerà il 5 novembre, alle ore 15.30; l’ingresso è a pagamento, con riduzioni speciali per gli studenti.

– Visite guidate alla scoperta della “Lecce occulta”. Il capoluogo salentino è misterioso anche per i suoi abbinati, ecco perché sarà suggestivo, per gli studenti universitari, scoprire il volto segreto di Lecce in un itinerario magico legato alla superstizione popolare. La Cattedrale, la basilica di Santa Croce e la chiesa di San Matteo saranno ammirate dagli studenti dell’università di Lecce sotto una diversa luce. Le guide accompagneranno i ragazzi in un percorso originale tra angeli e demoni, cavalieri e dame innamorate. Il tour è prenotabile tutti i giorni (anzi, tutte le notti) dal sito dell’associazione Welcome to Lecce.

Commenti disabilitati su Eventi culturali a Lecce a novembre per gli studenti universitari Studiare a Lecce

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali