informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare legge a Lecce, ecco tutte le specifiche

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha riscontrato un sempre crescente interesse riferito a studiare legge a Lecce. Infatti, secondo quando emerso dallo studio dello staff dell’Università online, negli ultimi 3 anni le iscrizioni al corso di laurea online in giurisprudenza sono aumentate del 23%.
Studiare legge a Lecce

Un aumento importante se si conta che, mediamente, gli altri corsi di laurea online promossi dall’università Niccolò Cusano hanno riscontrato tutti un aumento nelle iscrizioni, ma mediamente del 10% annuo.

Dunque, perché studiare giurisprudenza è così importante al fine di trovare un impiego in linea con le proprie aspettative? E perché conviene scegliere il corso di laurea online in giurisprudenza rispetto ai tradizionali corsi “in presenza”? A queste e a tante altre domande ha voluto rispondere lo staff dell’Università online Niccolò Cusano nel corso di questo articolo.

Saranno indagate, dunque, le prospettive lavorative di chi decide di studiare legge a Lecce, con un riferimento all’iter di studi necessario per alcune delle professioni in oggetto e saranno date motivazioni riferite al perché studiare giurisprudenza online, piuttosto che nel modo classico,

Infine, un focus di questo articolo sarà dedicato al corso di laurea online in giurisprudenza dell’Università Niccolò Cusano, in modo tale da spiegarne obbiettivi e modalità.

Studiare legge a Lecce

Vediamo adesso come studiare legge a Lecce, se si sceglie il metodo e-learning proposto da Unicusano.

La fruizione delle lezioni grazie alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’università permette agli studenti di organizzare autonomamente il tempo da dedicare alle lezioni.

In questo modo cresce, nei ragazzi, la capacità di pianificare i propri impegni e di organizzare al meglio il tempo – skills, queste, fondamentali nel mondo del lavoro.

Infatti, un professionista quale un avvocato, ad esempio, dovrà poi essere in grado di gestire al meglio il suo studio, programmando  le uscite in tribunale con il lavoro di ufficio vero e proprio.

Questo, come detto, è solo un esempio, ma resta il fatto che questa formazione online riesce a conferire ai ragazzi che la scelgono preferendola a quella “in presenza” una maturazione importante in riferimento alle proprie capacità.

Nel corso del percorso di studi online di chi sceglie di studiare legge a Lecce, sono previste delle schede di autovalutazione, così che lo studente possa rendersi conto autonomamente della propria preparazione in vista dello studio di un nuovo modulo o una nuova materia.

Ai ragazzi, infine, è garantito un sistema di tutoraggio e un’assistenza tecnica 24 ore al giorno per eventuali problematiche sulla piattaforma.

Vediamo adesso perché studiare giurisprudenza aiuta ad entrare nel mondo del lavoro in quanto apre le porte per diverse occupazioni, e quali sono le più gettonate dagli studenti che frequentano il corso di laurea online in giurisprudenza.

Perché studiare giurisprudenza

Dunque, perché studiare giurisprudenza? Perché permette di diventare avvocati, notai, magistrati, ma anche quadri in banca, legali di aziende e concorrere a diversi impieghi nella pubblica amministrazione.

Un ventaglio di possibilità, questo, che attira tantissimi studenti i quali si iscrivono al corso di laurea online in giurisprudenza.

Per alcune professioni come l’avvocato, il notaio o il magistrato occorre – dopo la laurea – frequentare 18 mesi di praticantato e poi sostenere l’esame di Stato abilitante; per le ultime due professioni, poi, è necessario sostenere anche esami abilitanti specifici.

Oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, i laureati potranno svolgere attività ed essere impiegati ad alti livelli nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo).

Inoltre, tra le altre figure professionali che rappresentano naturale sbocco occupazionale per i laureati del corso di laurea online in giurisprudenza ci sono anche quello dell’esperto legale in imprese, aziende e presso Enti pubblici.

Queste ultime figure professionali – nello specifico più gettonate dai ragazzi che hanno risposto alle domande del sondaggio posto da Unicusano – affrontano gli aspetti legali propri di imprese private, organizzazione e pubblica amministrazioni, anche nella prospettiva internazionale, attraverso l’attività di gestione e coordinamento di appositi uffici di consulenza.

Corso di laurea online in giurisprudenza

Vediamo ora nel dettaglio il corso di laurea online in giurisprudenza di Unicusano.

Il corso di laurea quinquennale è strutturato per permettere agli studenti di acquisire diverse competenze:

  • Padroneggiare gli elementi della cultura giuridica di base, nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione ed alla valutazione di principi ed istituti di diritto positivo moderno e contemporaneo;
  • Essere a conoscenza del percorso storico del diritto, così da poter valutare gli istituti del diritto positivo moderno anche nella prospettiva dell’evoluzione storica degli stessi;
  • Progettare e redigere testi giuridici (normativi, negoziali e processuali) adeguatamente argomentati, prodotti anche con l’uso di strumenti informatici;
  • Interpretare, analizzare, qualificare, comprendere e saper affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto positivo.

Inoltre la laurea conseguita frequentando il corso di laurea online in giurisprudenza consente l’accesso ai concorsi pubblici per magistrato e notaio, nonché all’esame di Stato per avvocato, come già accennato.

Se avete necessità di avere ulteriori informazioni in riferimento a studiare legge a Lecce o altre specifiche in riferimento al corso di laurea online in giurisprudenza promosso dall’Università telematica Niccolò Cusano, potete contattare il numero 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Studiare legge a Lecce, ecco tutte le specifiche Studiare a Lecce

Leggi tutto

Master in Political marketing a Lecce, perché frequentarlo

L’interesse dei ragazzi a intraprendere un percorso di studi che porti al voler frequentare il master in political marketing a Lecce è dovuto alla crescente attenzione verso il mondo della politica e dei suoi nuovi sviluppi comunicativi.
master in political marketing a Lecce
Infatti, operare all’interno del sistema-politico richiede molte competenze e – al fine di organizzare campagne elettorali o sviluppare un partito – anche i personaggi di maggior spicco hanno bisogno di un entourage di professionisti che siano competenti nella pianificazione di eventi politici.

Per supportare un candidato o esponente politico è necessario padroneggiare le strategie per la promozione politica e questo è possibile solo avendo alle spalle un bagaglio di conoscenze e capacità specifiche – possibili da acquisire frequentando un master online in political marketing.

Proprio per venire incontro a questo scenario politico che ha sempre più bisogno di professionisti specializzati, per garantire dei risultati al partito o al candidato e dove la conoscenza di una comunicazione politica corretta è indispensabile, l’Università online Niccolò Cusano ha deciso di attivare il master in political marketing a Lecce.

Vediamo adesso nello specifico quali sono gli insegnamenti proposti dal master in political marketing a Lecce e come si attua la metodologia online proposta dall’Università.

Master in political marketing a Lecce, tutte le specifiche

Come già detto, l’interesse crescente dei giovani laureati relativo all’acquisizione di corrette strategie per la promozione politica e per la pianificazione di eventi politici ha portato l’Università online Niccolò Cusano a promuovere un master in political marketing a Lecce.

Il Master “Political marketing” è di primo livello e dunque possibile da frequentare per tutti coloro in possesso dei seguenti titoli:

  • laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  • lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004;
  • lauree specialistiche di I livello ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M.270/2004.

Il Master in political marketing a Lecce (della durata annuale di 1.500 ore per 60 crediti formativi) è rivolto a coloro che intendono sviluppare ed aggiornare competenze e professionalità legate al settore del marketing applicato alla politica e alle relazioni istituzionali.

Vista la possibilità di essere fruito online – collegandosi alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito internet dell’Università Niccolò Cusano – il master è rivolto non solo a neo-laureati ma anche ad “addetti ai lavori” (consulenti politici,  responsabili della comunicazione politica,  portavoce,  responsabili delle relazioni istituzionali e del public affair) che sentono il bisogno di aggiornare le proprie competenze professionali  e riqualificare la propria posizione lavorativa.

Il percorso di studi tratterà le seguenti aree tematiche:

 

  • Il sistema politico e i mass media
  • Il marketing politico-elettorale
  • La comunicazione nella campagna elettorale
  • Strategie per la promozione politica
  • Web e Social media per la politica
  • Gestione della campagna elettorale
  • Organizzazione di eventi
  • Ufficio stampa politico e/o istituzionale
  • Tecniche di public speaking
  • Conferenza stampa
  • Tecniche di fundraisingù

Inoltre, al programma formativo del Master in political marketing a Lecce è aggiunta anche la possibilità di frequentare eventuali seminari di aggiornamento e approfondimento tematico.

Al termine del percorso di studi, i corsisti saranno in grado di:

  • strutturare strategie per la promozione politica
  • impostare e gestire correttamente una campagna elettorale
  • creare una campagna di web marketing efficace ed in linea con il tipo di promozione politica richiesta
  • gestire il management dei social media
  • impiegare le nuove forme di comunicazione visiva e off-line per garantire un posizionamento vincente sul mercato politico-elettorale
  • organizzare la pianificazione di eventi politici
  • realizzare campagne di fundraising
  • gestire e coordinare l’ufficio stampa politico
  • curare e gestire le relazioni istituzionali per le organizzazioni pubbliche e/o private

Strategie per la promozione politica

È importante indagare – secondo lo staff dell’Università Niccolò Cusano – quali siano le strategie per la promozione politica più rilevanti se riferite al mondo politico di oggi.

Le strategie di promozione politica che maggiormente sono utili al giorno d’oggi sono quelle che vanno oltre alla sola campagna elettorale ma che continuano a mantenere il consenso anche dopo il voto.

Sostanzialmente, si tratta di definire il rapporto tra politico ed elettore, facendolo diventare un rapporto di condivisione dove lo storytelling sui social network o nei blog è fondamentale per annullare le disparità.

I social media offrono, dunque, l’opportunità di interpretare la politica come qualcosa di non lontano dalla quotidianità, così da superare eventuali distanze e sfiducie.

Internet entra in ballo anche nella pianificazione di eventi politici, vediamo come…

Pianificazione di eventi politici

Come detto, un focus va fatto sulla pianificazione di eventi politici i quali hanno subito un forte cambiamento negli ultimi decenni passando da eventi “di piazza” a “eventi social”.

Internet, i social network e i blog, infatti, hanno acquisito un ruolo primario nella pianificazione di eventi politici: i comizi in piazza o sui palchi dei teatri stanno sempre più lasciando il passo a eventi in live streaming.

Per conoscere tutte le tecniche per la pianificazione di eventi politici, è possibile iscriversi al master in political marketing a Lecce; per informazioni contattare il numero 800 98 73 73.

 

Commenti disabilitati su Master in Political marketing a Lecce, perché frequentarlo Studiare a Lecce

Leggi tutto

Feste universitarie a Lecce: ecco come si festeggia

Le feste universitarie a Lecce sono tra gli avvenimenti più sentiti ed amati tra i ragazzi d’età compresa tra i 20 e i 25 anni. Ognuno, infatti, ha almeno un amico prossimo alla tesi e – come tutti hanno ammesso – in questi casi si aspetta più la festa di laurea che qualsiasi altro evento.

Feste universitarie a LeccePer questo motivo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce ha chiesto agli studenti iscritti ai corsi di laurea online quali fossero le loro idee originali su come festeggiare la laurea a Lecce.

Feste universitarie a Lecce, alcuni dati

Abbiamo visto come le feste universitarie a Lecce siano molto sentite; ora vogliamo fornire qualche dato riferito alla lauree degli studenti iscritti presso l’università online Niccolò Cusano di Lecce.

Innanzitutto, l’89% degli iscritti si riesce a laureare in tempo, entro i termini previsti e senza – quindi – andare fuori corso.

Il 67%, inoltre, lo fa brillantemente con una votazione maggiore di 80/110.

Idee come festeggiare la laurea a Lecce

Vediamo, dunque, quali sono le idee più simpatiche e gettonate tra i ragazzi riferite a come festeggiare la laurea a Lecce.

Infatti, le feste universitarie a Lecce sono davvero un evento memorabile, tra i ragazzi, la cui organizzazione – per questo – è lunga e pianificata nel minimo dettaglio.

Vediamo i modi più fantasiosi che hanno riferito i ragazzi al sondaggio condotto dallo staff dell’Università Niccolò Cusano su come festeggiare la laurea a Lecce:

Una festa sulla spiaggia

Beh, questo è davvero un classico intramontabile. Ma al sempreverde falò con annessa chitarra e birre, i giovani universitari di Lecce hanno dato un tocco moderno ed accattivante.

La spiaggia viene attrezzata con dei tavolini apparecchiati con cura e fantasia, cercando di mantenere un tema, dove fanno bella mostra dolci tipici e finger food ordinati nei migliori locali della città.

Dunque anche un semplice falò sulla spiaggia diventa un’occasione mondana; inoltre la location aperta e facilmente accessibile da tutti permette alle feste universitarie a Lecce di diventare un evento cittadino al quale tutti – tacitamente – sono invitati.

Una cena tipica in agriturismo

Anche in questo caso, come festeggiare la laurea a Lecce punta sulla passione per il buon cibo condivisa da giovani (e meno giovani). Le feste universitarie a Lecce, perciò, vengono organizzate presso masserie ed agriturismi dalla spiccata caratterizzazione tipica e locale presso i quali sarà possibile assaporare le pietanze del territorio.

In questo caso, il brindisi andrà fatto con un bicchiere di verace vino salentino, altro che champagne!

Commenti disabilitati su Feste universitarie a Lecce: ecco come si festeggia Studiare a Lecce

Leggi tutto

Come scegliere la facoltà più adatta a Lecce, ecco alcuni consigli

Come scegliere la facoltà più adatta a Lecce? Molti ragazzi, una volta usciti dalle scuole superiori si sentono in difficoltà riguardo questa scelta che coinvolgerà le loro vite per almeno cinque anni.
come scegliere la facoltà più adatta a lecce

Lo staff dell’università Niccolò Cusano di Lecce ha deciso di fornire una piccola guida agli studenti che devono scegliere l’università a Lecce proponendo una panoramica delle facoltà che possono scegliere e sulla metodologia di studio online.

Come scegliere la facoltà più adatta a Lecce?

Innanzitutto, per capire come scegliere la facoltà più adatta a Lecce, è importante porsi delle domande riferite alle proprie aspirazioni riguardo al futuro.

Infatti, l’università dura dai tre ai cinque anni ed è fondamentale capire se si è pronti ad affrontare un percorso di questa durata durante il quale si potranno sì fare dei lavori ma certamente bisognerà essere concentrati sullo studio.

L’Università Niccolò Cusano offre dei corsi grazie ai quali è possibile studiare online a Lecce e, in questo modo, lasciare spazio anche agli impegni personali, organizzando il tempo di fruizione delle lezioni.

Studiare online a Lecce

Nel dettaglio, studiare online a Lecce, consiste nel seguire le lezioni in modalità e-learning attraverso la piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’università online.

Scegliere l’università a Lecce e seguire i corsi online permette agli studenti di organizzare al meglio il proprio tempo, aumentando anche il proprio livello di maturazione.

Infatti poter gestire autonomamente i propri impegni universitari e non, permette ai ragazzi di non dover rinunciare a niente – basta sapersi organizzare!

Scegliere l’università a Lecce

Concludendo, scegliere l’università a Lecce è un momento difficile e impegnativo per gli studenti. Per offrire delle proposte che possono essere interessanti per tanti ragazzi, l’Università online Niccolò Cusano offre una serie di corsi di laurea triennale (seguiti da corsi di laurea specialistica), quinquennale, master di I e II livello.

Vediamo i corsi di laurea online messi a disposizione dall’Università Niccolò Cusano per chi decide di scegliere l’università a Lecce:

  • Corso di Laurea in Economia Aziendale e Management (triennale – classe L-18)
  • Corso di Laurea Magistrale in Scienze Economiche (biennale – classe LM-56)
  • Corso di Laurea in Giurisprudenza (quinquennale – classe LMG/01)
  • Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (triennale – classe L-24)
  • Corso di Laurea Magistrale in Psicologia clinica e della riabilitazione
  • Corso di Laurea Magistrale in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
  • Corso di Laurea in Ingegneria Civile (triennale – classe L-7)
  • Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile (biennale – classe LM-23)
  • Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica (biennale – classe LM-29)
  • Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica (biennale – classe LM-33)
  • Corso di laurea in Ingegneria Ind. Agroindustriale (triennale – classe L-9)
  • Corso di laurea in Ingegneria Ind. Biomedica (triennale – classe L-9)
  • Corso di laurea in Ingegneria Ind. Gestionale (triennale – classe L-9)
  • Corso di laurea in Ingegneria Ind. Elettronica (triennale – classe L-9)
  • Corso di laurea in Ingegneria Ind. Meccanica (triennale – classe L-9)
  • Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali
  • Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali
  • Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione

Per avere maggiori informazioni su come scegliere la facoltà più adatta a Lecce, è possibile contattare lo staff dell’Università online al numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Come scegliere la facoltà più adatta a Lecce, ecco alcuni consigli Studiare a Lecce

Leggi tutto

Guida di Lecce a misura di universitario: le 10 cosa da fare e vedere

Lecce si sta imponendo sempre più come una città d’arte da visitare assolutamente almeno una volta nella vita, e non solo d’estate. Per questo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce ha voluto redigere una speciale guida di Lecce a misura di universitario, indicando le 10 cose assolutamente da fare e visitare in città.

Guida di Lecce a misura di universitario

Vediamo insieme, dunque, le meraviglie della città salentina, leggendo questa guida turistica di Lecce, con una speciale menzione alle ghiottonerie da assaggiare assolutamente dopo un giro alla scoperta della città e dei suoi monumenti.

La gastronomia (o meglio, l’enogastronomia) è, per gli universitari, un modo fondamentale per scoprire il carattere salentino fatto di vini dal sapore forte e intenso, di oli profumati e di impasti tirati a mano e insaporiti con le spezie.

Tra i piatti tipici della tradizione leccese è d’obbligo menzionare il rustico e la puccia: sono due pani ripieni l’uno di mozzarella, besciamella, pomodoro, pepe e noce moscata e l’altra arricchita di olive nere e farcita a scelta.

Gli stomaci più allenati, inoltre, apprezzeranno le munichedde (cioè le lumachine).

Per i dolci c’è l’imbarazzo della scelta: si parte con il pasticciotto leccese e si continua con biscotti e dolcetti preparati con la pasta di mandorle.

Infine, una menzione speciale all’interno della guida turistica di Lecce va ai vini: il Negramaro, il Salice Salentino e il Primitivo di Manduria sono solo alcuni dei vini autoctoni salentini che si contraddistinguono per la corposità del colore e del sapore.

Dopo questo piccolo excursus tra le prelibatezze salentine, è ora di dedicarsi alla guida di Lecce a misura di universitario grazie alla quale sarà possibile scoprire bellezze architettoniche e siti archeologici.

Guida di Lecce a misura di universitario, ecco le meraviglie da non perdere

Il centro storico

Attraversando Porta Napoli (eretta nel 1548 in onore di Carlo V) si accede alla città vecchia. Passeggiando tra le stradine del centro storico sarà facile capire perché questa città è stata appellata come “signora del Barocco”: le guglie, i portali, i campanili, le case… tutto è ispirato al movimento architettonico.

Tra le vie del centro sarà suggestivo ammirare le vecchie botteghe artigiane dove si lavora la pietra e la carta pesta.

Poi, continuando a leggere la guida turistica di Lecce, ci si troverà in piazza Sant’Oronzo dove si apre la bellissima Villa Comunale (cioè i giardini), dove sarà possibile effettuare una breve sosta prima di continuare nella scoperta del centro della città.

Inoltre, sarà possibile visitare la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, in piazzetta Baglivi, e la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli in piazzetta Addolorata.

Infine, rimarrete estasiati nell’ammirare il cinquecentesco Palazzo Adorno e la Basilica di Santa Croce, simbolo della città e del barocco leccese.

L’anfiteatro romano

Nel II secolo d.C venne edificato questo bellissimo teatro che ancora oggi è possibile ammirare in tutta la sua magnificenza anche se alcune sue parti rimangono nascoste sotto la centralissima Piazza sant’Oronzo.

Oggi il teatro fa da cornice a manifestazioni e concerti, tanto da essere diventato fulcro e simbolo della cultura leccese e salentina.

Il Castello di Carlo V

Tra le bellezze architettoniche del capoluogo salentino – importanti da segnalare all’interno di una guida della città di Lecce – indiscutibilmente da inserire all’interno di una guida di Lecce a misura di universitario il Castello di Carlo V.

Il castello si trova sempre nei pressi di piazza sant’Oronzo e arricchisce il centro storico di storia e bellezza.

Nello specifico, venne edificato nel 1539 su progetto dell’architetto Gian Giacomo dell’Acaya. Oggi il Castello è sede dell’Assessorato alla Cultura e le sue sale sono utilizzate per eventi cultuali, mostre d’arte e immancabili manifestazioni enogastronomiche.

Da visitare il bellissimo Salone della Duchessa situato al primo piano del castello, caratterizzata da una volta a crociera e costoloni sorretti da capitelli tardo gotici scolpiti con decorazioni a foglie e figure allegoriche.

Il Duomo

Rappresentante indiscusso dello stile barocco salentino, il Duomo di Lecce è il fulcro della vita religiosa della città.

Il Duomo ha due ingressi: una facciata principale più sobria e una laterale dove lo stile barocco viene fuori in tutta la sua intensità, culminante con la statua del patrono Sant’Oronzo.

L’interno anche segue le linee del barocco leccese caratterizzato da pregevoli stucchi, marmi, altari lignei con inserti dorati, bronzi dorati e ampie tele di grande valore artistico.

La Basilica di Santa Croce

Infine, nella nostra guida della città di Lecce, segnaliamo questa chiesa, attigua al monastero benedettino, è un classico esempio del barocco leccese, pur essendo stata costruita su una preesistente base in stile rinascimentale.

La chiesa fu progettata e costruita tra il XVI e il XVII secolo ad opera di tre grandi architetti salentini: Riccardi, Penna e Zimbalo.

Il risultato fu sorprendente: gli elementi rinascimentali si fondono alla perfezione con la ricercatezza barocca in un’armonia di forme e strutture che rendono la chiesa un esempio di straordinaria bellezza architettonica.

Vi è piaciuta la nostra guida di Lecce a misura di universitario? Avete altri luoghi da segnalare? Ditelo nei commenti!

Commenti disabilitati su Guida di Lecce a misura di universitario: le 10 cosa da fare e vedere Studiare a Lecce

Leggi tutto

Consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce

Con gennaio è arrivato il momento di affrontare la discussione di laurea e, al contempo, di iniziare a pensare alla stesura delle tesi per chi intende laurearsi nel corso della sessione estiva. Per questo lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha deciso di dispensare alcuni consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce.

Consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce

È importante ricordare tra le norme per la redazione della tesi di laurea, innanzitutto, che la tesi di laurea è il lavoro conclusivo dell’intero percorso formativo affrontato durante gli anni di studio e per questo dev’essere la bandiera di un apprendimento specialistico e il simbolo delle conoscenze acquisite.

Inoltre, sono sempre più gli esaminatori, in fase di colloquio di lavoro, che puntano il discorso sul lavoro di redazione della tesi di laurea, indagando le motivazioni dello studente e cercando di capire le sue propensioni e l’impegno dimostrato.

Infatti, senza esperienze lavorative pregresse, comprendere la serietà e la sollecitudine dimostrata in fase di tesi aiuta l’esaminatore a capire la predisposizione che un giovane laureato potrà poi avere una volta assunto sul posto di lavoro.

Ad essere interessante per un esaminatore, oltre alle spiegazioni che hanno spinto ad un preciso lavoro riguardo un determinato argomento, è anche capire le motivazioni che hanno portato lo studente verso una tesi compilativa o una di tipo sperimentale.

Il luogo comune che la seconda sia più “facile” della prima è superato; ciò che conta è analizzare come il lavoro sia stato svolto e come la bibliografia sia stata esaminata ed approfondita.

Questo lavoro metodologico, se fatto bene, aiuterà sia l’esaminatore a verificare la predisposizione del ragazzo all’impegno lavorativo sia sarà fondamentale per il laureato per affrontare le dinamiche di ufficio.

Ma vediamo nello specifico alcuni consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce forniti dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Lecce.

Consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce, 5 consigli

Reperire tutto il materiale

Prima di iniziare a scrivere, è fondamentale reperire tutto il materiale necessario per completare il lavoro di redazione della tesi.

Dunque, sono obbligatori pomeriggi in biblioteca, lunghe ricerche online e un punto finale fatto insieme al docente relatore.

Avere ben presente l’intero materiale aiuterà in fase di scrittura in quanto si potranno reperire facilmente le informazioni necessarie, senza dover perdere altro tempo a ricercare.

Leggere, leggere e leggere

Tra i consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce, questo – a nostro avviso – è il più importante.

Leggere l’intero materiale prima di iniziare a scrivere è fondamentale per creare un “sedimento” di informazioni che torneranno utili sia in fase di scrittura sia di discussione (ad esempio, in caso di domande inaspettate da parte di qualche professore appartenente alla commissione di laurea).

Non si tratta, questo, di uno studio vero e proprio né di un imparare a memoria; la lettura aiuterà ad “accendere” il cervello creando relazioni tra i vari argomenti. Per questo abbiamo ritenuto importante inserire questo tra i consigli per la stesura della tesi di laurea.

Attenzione allo stile

La tesi di laurea non è né un romanzo di avventure né un diario segreto: è un lavoro di analisi su una bibliografia esistente che deve essere approfondita ed esaminata nel dettaglio.

Per questo motivo – fondamentale da inserire tra le norme per la redazione della tesi di laurea – è opportuno seguire uno stile di scrittura ben definito, utilizzando un linguaggio sobrio e non colloquiale, senza elementi dialettali né caratteristici della lingua parlata.

Nel dettaglio, tra i consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce a proposito dello stile della scrittura, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano indica:

  • Utilizzare frasi brevi, semplici e chiare
  • Utilizzare il condizionale quando non si è sicuri delle proprie affermazioni
  • Non utilizzare mai i superlativi
  • Moderare l’uso di aggettivi e avverbi
  • Non utilizzare frasi di collegamento tra paragrafi o capitoli, soprattutto se lontani tra loro
  • Fare un buon uso dei sottotitoli
  • Scrivere le parole straniere con attenzione, senza “italianizzarle”
  • Non utilizzare punti esclamativi

Dare importanza alle note a piè pagina

Le note a piè pagina sono uno strumento utile a completare o specificare al meglio le informazioni presenti nel corpo del testo della tesi.

Inoltre come consigli per la stesura della tesi di laurea è bene fornire riferimenti sulla citazione bibliografica di un libro o di un saggio, cioè l’espediente che si usa per garantire l’identificabilità di un’opera cui l’autore della tesi di laurea si sta riferendo. Un buon uso delle note a piè pagina, inoltre, supporta il testo accademico in ogni sua parte, conferendogli autorevolezza.

Utilizzare le note a piè pagina al fine di specificare dei concetti è importante per completare il discorso senza appesantire troppo il testo della tesi.

Inoltre, inserire una nota a piè pagina è fondamentale se si cita un testo: in questo caso va inserito l’intero riferimento bibliografico escludendo la casa editrice ma inserendo le pagine consultate; ad esempio: Cognome N., Titolo, Edizione, Anno I edizione, pp. 10-11.

Curare la bibliografia

Da ultimo tra le norme per la redazione della tesi di laurea, è fondamentale inserire alla fine della tesi di laurea una bibliografia completa di tutte le fonti consultate, anche in riferimento a siti internet.

Una bibliografia corretta è la seguente: Cogneme, Nome, Titolo, Città, Casa editrice, Anno I edizione.

Avete seguito tutti i nostri consigli per la stesura della tesi di laurea? Allora siete pronti! Buon lavoro.

Commenti disabilitati su Consigli per la redazione della tesi di laurea a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Diventare Digital Marketing Manager a Lecce, i consigli di Unicusano

Come fare a diventare Digital Marketing Manager a Lecce? Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano ha voluto fornire consigli specifici per gli studenti che intendono affacciarsi a questo tipo di professionalizzazione, sempre più richiesto dalle aziende.

Diventare Digital Marketing Manager a Lecce

Non stiamo parlando solo delle grandi aziende di Milano o Roma o delle aziende con sviluppo di tipo  internazionale; ad aver bisogno della specializzazione di un digital marketing manager sono tutte quelle aziende interessate a vendere e promuovere i propri prodotti sul web.

Infatti, in questo modo, è possibile allargare la base di acquirenti e svilupparsi in un mercato che non sia solo locale, ma anche nazionale.

Di cosa dovrà occuparsi chi intende diventare Digital Marketing Manager a Lecce

Il digital marketing manager è una figura fondamentale all’interno delle aziende intenzionate ad espandersi sul web.

Nello specifico – sia come impiegato nel settore marketing e comunicazione all’interno dell’azienda, sia come consulente esterno – un esperto di digital marketing dovrà essere in possesso delle seguenti skills:

  • Preparare un efficace modello di business aziendale
  • Di conseguenza, progettare una digital strategy
  • Digitalizzare il marketing aziendale, in coesione con la dirigenza e gli altri reparti
  • Ottimizzare i tassi di conversione ed ampliare la base clienti
  • Sviluppare i social network aziendali così da farli diventare un canale attivo
  • Migliorare la visibilità sui motori di ricerca

Diventare Digital Marketing Manager a Lecce, il Master di Unicusano

Le competenze che abbiamo visto essere necessarie per affermarsi nel digital marketing  possono essere acquisite grazie ad un master dedicato dall’Università online Niccolò Cusano a Lecce.

Il Master in Digital Marketing ha la durata di 1.500 ore per 60 crediti formativi ed è afferente alla facoltà di Economia; tra i docenti sarà possibile trovare dei professionisti dell’agenzia di web marketing di Roma BizUp.

Per tutti gli iscritti, sarà possibile frequentare le lezioni del Master grazie alla sola piattaforma telematica utilizzando una connessione ad internet. In questo modo, organizzando il proprio tempo, è possibile scegliere l’orario migliore per fruire degli insegnamenti proposti.

La metodologia online è scelta da tutti coloro che già lavorano nel campo del marketing o all’interno di aziende predisposte ad espandersi grazie al web e che, dunque, hanno bisogno di organizzare i propri impegni sulla base del lavoro.

Non essendo possibile frequentare ad orari prestabiliti, i lavoratori molto spesso frequentano le lezioni del master durante il weekend o la sera.

Vuoi avere maggiori informazioni su come diventare Digital Marketing Manager a Lecce? Chiama il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Diventare Digital Marketing Manager a Lecce, i consigli di Unicusano Studiare a Lecce

Leggi tutto

Studiare il Metodo Montessori a Lecce

Studiare il Metodo Montessori a Lecce è l’obbiettivo di moltissimi giovani che intendono inserirsi nel mondo della formazione primaria.

Studiare il Metodo Montessori a Lecce

Infatti, dopo anni in cui la metodologia montessoriana è stata messa da parte, si assiste oggi ad una rivalutazione positiva di questa impostazione formativa che mette il bambino al centro del sistema, rispettando le sue attitudini e le sue propensioni.

Infatti, differentemente da un metodo classico dove è la scuola stessa (con le sue tempistiche e i suoi obbiettivi da raggiungere) ad essere messa al centro del sistema formativo, con il Metodo Montessori è il bambino a diventare il centro del sistema-scuola.

Chi intende studiare il Metodo Montessori a Lecce
, dunque, si dimostra fortemente interessato a seguire un’impostazione scientifica nella quale – se inserito in un contesto studiato e sistemato a dovere – il bambino riesce ad esprimere se stesso senza forzature, avendo le capacità già insite dentro di sé.

Riguardo alla progettazione dello spazio montessoriano, è importante ricordare che l’ambiente costituisce il luogo dello sviluppo individuale del bambino e quindi tutto deve poter facilitare il bambino e nulla deve, invece, essergli di ostacolo.

Per questo ogni oggetto deve essere a misura di bambino, attraente e curato e limitato nella attività che propone; al tempo stesso, deve essere inserito in un ambiente ordinato.

Studiare il Metodo Montessori a Lecce, ecco il Master dedicato

La formazione offerta dal Master online in metodologia montessoriana promosso dall’Università Niccolò Cusano mira a fornire al corsista un quadro storico e delle basi teoriche riferite al metodo Montessori, di cui sarà spiegato il modello pedagogico e la metodologia didattica.

Un ulteriore campo d’indagine sarà riferito allo sviluppo e all’apprendimento dei bambini i quali sono considerati dalla metodologia montessoriana come “portatori” di una guida interiore e di potenzialità psichiche individuali.

Inoltre, il Master fornirà conoscenze di Psicologia dello sviluppo e riguardo la progettazione degli spazi e dei servizi educativi.

Le pratiche pedagogiche montessoriane, inoltre, saranno integrate con gli studi più avanzati di psicologia e pedagogia, in modo tale da fornire una formazione a tutto tondo.

Il Master può essere svolto in modalità e-learning grazie alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’Università online Niccolò Cusano.

Vuoi avere maggiori informazioni su come studiare il Metodo Montessori a Lecce? Chiama il numero verde 800 98 73 73 o collegati al sito internet dell’Università Niccolò Cusano a Lecce.

 

Commenti disabilitati su Studiare il Metodo Montessori a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

I libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce, tutti i titoli

Con la fine dall’anno arriva il tempo dei bilanci e delle classifiche. L’università Niccolò Cusano di Lecce ha deciso, quindi, di stilare una speciale classifica su i libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce.

I libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce

Il dato positivo e rassicurate, innanzitutto, è uno: il 68% dei ragazzi intervistati (100 tra maschi e femmine di età compresa tra i 20 e i 25 anni) ha ammesso di leggere tra i 9 e i 12 libri all’anno.

Una buona media, dunque, se si pensa al calo medio di acquisto dei libri complessivo in Italia e che riguarda in special modo la fascia di lettori compresi tra l’adolescenza e i 35 anni.

Ciò che colpisce dai dati emersi dal sondaggio, inoltre, è il modo di fruizione della letteratura: quasi 2 studenti su 3 legge utilizzando un dispositivo di e-reader, acquistando i libri online.

Questa tipologia di lettura non deve essere demonizzata, anzi: i ragazzi ammettono di trovarla molto più comoda in caso di spostamenti e molto più immediata. I libri preferiti, infatti, possono essere acquistati con un click senza doversi recare in libreria.

Ma quali sono stati i libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce?

Lo staff dell’università online Niccolò Cusano ha stilato una speciale “top five” a misura di universitario che potrà tornare utile anche in caso di regali di Natale last minute.

Regalare un libro, infatti, è una scelta mai scontata e sempre con una forte caratterizzazione personale. Da non dimenticare la dedica sulla prima di copertina!

I libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce: i 5 titoli preferiti

Kobane Calling di Zero Calcare

Pur non essendo un vero e proprio libro ma piuttosto un fumetto, come nello stile dell’autore Zerocalcare, “Kobane Calling” è entrato nel cuore dei ragazzi piazzandosi al primo posto tra i libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce.

È una storia, questa, che entra nel cuore e suscita emozioni contrastanti.

Il racconto di Zecocalcare è quello personale di un viaggio tra Turchia e Siria, a pochi chilometri dagli avamposti dello Stato Islamico, nel cuore delle terre curde.

Eppure non è un semplice reportage ma una narrazione intima, spontanea e profonda (e, a tratti, ironica) che immerge il lettore all’interno di una realtà cruda e spaventosa.

22/11/63, di Stephen King

Sull’onda della miniserie 22.11.63 prodotta da J.J. Abrams (che tutti ricordano come il creatore di Lost) e Stephen King, il romanzo – edito nel 2011 – ha subito un’impennata nelle classifiche dei libri più acquistati.

E gli studenti universitari di Lecce sembrano proprio aver apprezzato questo romanzo di fantascienza che narra la storia do un professore di inglese del Maine (portato dall’attore James Franco sul piccolo schermo) che viaggia indietro nel tempo per cercare di impedire l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy.

L’estate fredda, di Gianrico Carofiglio

Ci troviamo in Puglia, terra di mafie crudeli, dove il Maresciallo dei Carabinieri Pietro Fenoglio si trova ad indagare sul rapimento di un bambino figlio di un capo clan e sulle lotte intestine tra gli appartenenti alla criminalità organizzata.

Pur essendo una Puglia lontana da quella salentina (i fatti narrati dal libro do Carofiglio si svolgono tra Bari e provincia), gli studenti leccesi hanno affermato di essersi interessati molto all’ultimo lavoro dello scrittore barese.

Leggere di fatti radicati al territorio, seppur romanzati, infatti, è il miglior modo per conoscerli, capirli e combatterli.

L’arte di essere fragili, di Alessandro D’Avenia

L’autore di “Bianca come il latte rossa come il sangue”, romanzo amatissimo dalla generazione appena uscita dalle scuole superiori, torna con un nuovo romanzo dal sottotitolo esplicativo: “come Leopardi può salvarti la vita”.

Infatti, tra le pagine del libro si manifesta il metodo che l’autore D’Avenia ha trovato perr essere felice, cioè rivalutare Giacomo Leopardi.

Nonostante venga spesso liquidato come autore simbolo del pessimismo, Leopardi fu un uomo affamato di vita e di infinito, capace di restare fedele alla propria vocazione poetica e di lottare per affermarla, nonostante la derisione dei contemporanei.

Nella vita e nei versi dell’autore di Recanati, D’Avenia trova energia vitale e ne trae lo spunto per rispondere ai tanti e cruciali interrogativi che si pongono i ragazzi di oggi, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere.

I Medici, di Matteo Strukul

L’ascesa della dinastia dei Medici a Firenze partendo dalle gesta di Cosimo è al centro della narrazione di Matteo Strukul.

Amato e acquistato anche in seguito alla fiction promossa dalla tv nazionale, il libro narra la saga della famiglia più potente del Rinascimento e l’inizio della sua ascesa alla Signoria fiorentina, fra omicidi, tradimenti e giochi di palazzo che vedono come protagonisti capitani di ventura senza scrupoli, donne fatali e mercenari sanguinari.

Commenti disabilitati su I libri più letti del 2016 dagli universitari di Lecce, tutti i titoli Studiare a Lecce

Leggi tutto

Master in Nutrizione Clinica a Lecce, ecco come frequentarlo

Da un sondaggio condotto dall’università online Niccolò Cusano a Lecce si registra un crescente interesse verso il Master in Nutrizione Clinica a Lecce.

master in nutrizione clinica a Lecce

Infatti, sono sempre più i professionisti che hanno capito l’importanza di un corretto regime alimentare da consigliare ai loro pazienti e, al contempo, l’importanza di diagnosticare disturbi alimentari legati ad altre patologie.

Per venire incontri a questa richiesta di specializzazione, l’Università online Niccolò Cusano ha promosso il Master il Nutrizione Clinica della durata di un anno (1.500 ore) per 60 crediti formativi rivolto prevalentemente a medici, biologi, dietisti, psicologi e insegnanti di sostegno.

Specifiche sul master in Nutrizione Clinica a Lecce

Il Master in “Nutrizione Clinica” a Lecce dell’università Niccolò Cusano propone come idea di base che il discorso “nutrizione” vada affrontato in senso olistico, cioè studiando tutto ciò che concerne il complesso mondo dell’alimentazione e dei disturbi e patologie che possono essere prevenute e curate evitando “errori alimentari”.

Per i professionisti dell’alimentazione, infatti, è estremamente importante studiare ed analizzare eventuali  disturbi alimentari che possano produrre alterazioni del comportamento, del modo di pensare, dello stato psicologico e dello stato di salute dell’individuo.

Una formazione amplificata da questo master, infatti, rende il professionista in grado di svolgere il proprio compito in maniera egregia, senza tralasciare nessun eventuale problema.

Questo è particolarmente significativo quando, ad esempio, psicologo e nutrizionista collaborano integrando le proprie competenze al fine di fornire la giusta “risposta” anche in quei casi più critici e complessi, nei quali il disturbo coinvolge tutti gli aspetti di vita dell’individuo alterando progressivamente e in modo pervasivo lo stato di benessere individuale.

Problematiche quali l’obesità, l’anoressia, infatti, sono create (e a loro volta creano) turbamenti che investono ogni aspetto della vita, anche quello riguardante i rapporti interni alla famiglia.

Lo studio di queste problematiche – insieme alla capacità di diagnosticare intolleranze o disturbi alimentari legati a malattie specifiche – porterà il professionista ad esser riconosciuto quale figura di riferimento al quale rivolgersi.

Master in Nutrizione clinica a Lecce, la fruizione online

Il Master promosso dall’Università online Niccolò Cusano è fruibile online grazie alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’università.

In questo modo anche i professionisti impegnati con il lavoro potranno organizzare al meglio il proprio tempo, frequentando online le lezioni quando possono, senza accantonare i propri impegni.

Per avere maggiori informazioni sul master in Nutrizione Clinica a Lecce è possibile contattare il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Master in Nutrizione Clinica a Lecce, ecco come frequentarlo Studiare a Lecce

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali