informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Vacanze estive per universitari

La sessione d’esami è alle porte ma siete lungimiranti e già pensate al vostro prossimo futuro vacanziero? Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Lecce vuole facilitarvi il compito proponendovi alcuni consigli per delle vacanze estive per universitari, con un occhio al divertimento e l’altro al portafogli!
mete preferite dagli studenti universitari
Proporremo alcune mete di vacanza per universitari dove potersi rilassare, dove festeggiare il superamento della sessione d’esame e dove, magari, si avrà voglia di tornare e ritornare ancora.

Pianificare i viaggi universitari

Gli universitari che scelgono le vacanze estive si trovano di fronte ad infinite scelte e tante proposte offerte dai tour operator, molto spesso eccessivamente costose e poco adatte allo spirito goliardico degli universitari in vacanza.

Quello che consigliamo, è di lasciarsi ispirare dalle proposte per poi costruirsi un viaggio universitario ad hoc acquistando online i biglietti aerei, del treno o della nave e pianificando le tappe utilizzando le pratiche guide (come ad esempio Google Maps o Via Michelin) dove sono indicati i tempi per gli spostamenti e gli eventuali problemi legati al traffico.

Anche gli hotel o i bed&breakfast possono essere prenotati via internet, molto spesso senza nemmeno dover dare la caparra o quantomeno con l’opzione garantita di poter disdire fino al giorno precedente al soggiorno.

Sono tanti i siti internet che offrono questo servizio ai giovani che stanno per prenotare le vacanze estive, ne citiamo solo alcuni: Booking, Tripadvisor, Trivago per le prenotazioni di hotel e bed&breakfast ma anche AirB&B per la scelta di case vacanze.

E per i più avventurosi e per tutti coloro che amano la condivisione, c’è il servizio offerto da Homeexchange o ScambioCasa che garantiscono un’offerta molto ricca di appartamenti disponibili in tutto il mondo e decisamente low cost. Infine, se vi basta un divano o la camera degli ospiti in una abitazione condivisa, potete scegliere il sistema messo a punto da CouchSurfing.

Ma in conclusione,  dove andare in vacanza dopo l’università? Ecco la nostra top five!

Vacanze universitarie: le mete top

Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano vuole fornire adesso una panoramica delle cinque mete preferite dagli studenti universitari per una vacanza indimenticabile…

Spagna

La Spagna si piazza al primo posto di questa speciale top five e probabilmente è sempre stata ai vertici delle preferenze per le vacanze dei giovani tra i 20 e i 25 anni. Come mai? Perché la Penisola Iberica garantisce la possibilità di avere a disposizione cultura, divertimento, mare e movida senza doversi allontanare troppo e contenendo il budget.

Nello specifico, gli universitari iscritti ai corsi online di Unicusano affermano di voler organizzare un tour che comprenda Barcellona e Lloret del Mar, per poi rotolare verso sud tra i vicoli arabeggianti di Siviglia fino alle spiagge di Malaga e Marbella.

Malta

L’isoletta del Mediterraneo, per molti anni non inserita tra le mete turistiche per universitari, arriva oggi alla ribalta, conquistando il secondo posto. Ciò che attira di Malta è in primis la possibilità di affinare la lingua inglese anche in vacanza e, secondariamente, quella di guardarsi intorno per sceglierla poi – magari – come destinazione del progetto Erasmus che si ha intenzione di intraprendere.

Sono molte le aziende e le start up nate a Malta e gli studenti universitari, con spirito lungimirante, non vogliono perdere l’occasione per tastare il terreno.

Grecia

Anche in questo caso, il terzo posto è scontato: la Grecia da sempre affascina i sogni degli universitari in viaggio. In questo caso la preferenza è data alle isole Cicladi: Santorini e Mykonos in testa in quanto rappresentano una garanzia di divertimento, scambi multiculturali, mare e abbronzatura invidiabile.

E se si parte in coppia? Magari per una sera si possono accantonare i tanti locali e le discoteche per poter ammirare il tramonto sul mare più famoso d’Europa.

Russia

La Russia entra prepotentemente in classifica grazie al suo più classico itinerario: la Transiberiana. Ovviamente non è un viaggio “per tutti”: occorre una forte dose di adattamento e la possibilità di star via ben più di una settimana. Eppure la suggestione di questo viaggio, affrontato negli anni da cantautori e poeti, non smette di affascinare le nuove generazioni.

Marocco

Il nord Africa, sebbene sia terra di forti tensioni geopolitiche, continua a suggestionare i giovani universitari che lo scelgono come meta di vacanza. Le atmosfere dei suq e la possibilità di soggiornare nel deserto dormendo in tende sotto le stelle sono ciò che maggiormente conquista coloro che devono pianificare un viaggio universitario.

E voi, dove trascorrerete queste vacanze estive? I nostri consigli vi sono tornati utili? Ditecelo nei commenti!

Commenti disabilitati su Vacanze estive per universitari Studiare a Lecce

Leggi tutto

Master per fare politica etica a Lecce

L’Università Niccolò Cusano ha promosso per quest’anno il master per fare politica etica a Lecce, possibile da frequentare online, afferente alle Facoltà di Scienze Politiche per l’Anno Accademico 2016/2017 di durata pari a 1500 ore per 60 crediti formativi.
Materie del master in etica politica
Il Master di I livello in Fare Politica Etica di Unicusano mira ad essere un modo per formare professionalità in vari ambiti uniti dall’interesse comune di riscoprire l’etica politica, troppo spesso sottovalutata o non troppo considerata.

Vediamo di seguito tutte le specifiche sul master online in politica etica a cui è possibile iscriversi fino a fine giugno (le iscrizioni sono state prorogate per via di un cospicuo afflusso di richieste d’informazione da parte di studenti di tutta Italia con un picco riscontrato proprio in Puglia).

Master in etica politica online

Il master online per fare politica etica promosso dall’Università Niccolò Cusano di Lecce ha lo scopo non solo di incentivare la formazione e passione nella politica, ma anche quella di poter fornire e ottimizzare le competenze individuali e gli strumenti professionali.

Le figure professionali coinvolte in questa formazione politica sono quelle che intendono specializzarsi avendo alla base una competenza etica ma anche riferita alle best practice e delle principali novità normative e giurisprudenziali da impiegare nel percorso ideale di una scuola della politica e del comportamento.

Il master offre una serie di materie di studio che vedremo successivamente, occorre comunque ricordare che tutte le lezioni saranno tenute da docenti universitari e professionisti esperti delle tematiche proposte.

Alla base degli insegnamenti c’è la scelta da parte della Unicusano a Lecce di fornire una conoscenza di stampo multidisciplinare: ad esempio le tematiche affrontate spaziano da quelle relative ai principi costituzionali ai rapporti con l’U.E., dalle attività parlamentari all’Etica nella politica, nelle attività pubbliche e private, dal sistema della prevenzione dei reati alle tecniche redazionali dei modelli comportamentali, dai Codici etici alla deontologia e trasparenza negli uffici pubblici, dai principi della finanza etica ai reati di Corruzione tra privati e nella Pubblica amministrazione.

Con le lezioni proposte dal master si sottolineerà sempre l’importanza dell’etica nella politica.

Per l’iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  • laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  • lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004;
  • lauree magistrali ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M.270/2004.

Materie del master online a Lecce

Vediamo adesso quelle che sono le aree formative del master online di Unicusano:

  • Diritto Costituzionale
  • Scienza politica del sistema Italia
  • Fondamenti filosofici ed etici della politica
  • Geografia elettorale
  • Politica ed Economia
  • Politica e Reati
  • Politica, Burocrazia e Pubblica Amministrazione
  • Privacy e trasparenza
  • Fare politica in ambito europeo
  • Storia dei partiti in Italia
  • Elementi di informatica
  • Seminario: Motivazioni e sondaggi
  • Seminario: Psicologia della comunicazione di massa e comunicazione politica
  • Seminario: Doxologia – Pianificazione della campagna elettorale

L’attività didattica in modalità e-learning promossa dall’Università online Niccolò Cusano sarà completata da tre seminari di approfondimento e da testimonianze; quest’ultime (consistenti in interviste a rappresentanti del mondo politico) e i seminari di approfondimento, saranno messi a disposizione on-line.

Per studiare etica politica il master di Unicusano si qualifica essere un corso estremamente professionalizzante proprio grazie a questi seminari e alle testimonianze fornite relativamente alle tematiche promosse dal corso

Il master online a Lecce è un corso che è possibile svolgere in modalità telematica; in cosa consiste? Tutte le lezioni del percorso di studi sono possibili da fruire direttamente online consentendo a tutti gli iscritti di decidere in autonomia quando seguire i corsi. La piattaforma telematica, infatti, è accessibile ventiquattr’ore su ventiquattro e sette giorni su sette e – in caso di necessità – è disponibile un servizio di assistenza.

La modalità di fruizione telematica consente sia ai neolaureati sia ai lavoratori di studiare politica etica online trovando la propria organizzazione personale, così da poter seguire le video-lezioni del master senza andare ad inficiare su impegni pregressi o su orari imposti (per chi è già occupato ma ha deciso di completare ed aggiornare la sua preparazione).

Sono molti i lavoratori che hanno, infatti, deciso di iscriversi per questo anno accademico al master per fare politica fruibile in modalità telematica.

Per saperne di più sul master online per la politica etica e sullo studiare online a Lecce, è possibile contattare lo staff dell0Università telematica Niccolò Cusano compilando il form presente sulla home page del sito web.

Commenti disabilitati su Master per fare politica etica a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Rifiutare voti all’università: perché farlo e quando

Uno dei più grandi crucci degli studenti che si apprestano alla sessione d’esami con ansie e paure, è quello di riuscire a valutare con obbiettività se rifiutare voti all’università o meno.
Calcolare la media prima di rifiutare un voto
In questo articolo lo staff della Università Niccolò Cusano di Lecce vuole venire incontro a questi studenti spiegando i motivi per cui possa valere la pena rifiutare un voto.

Quando rifiutare voto all’università

Dunque, quando è “concesso” di rifiutare una valutazione non molto alta ricevuta da un professore al termine di un esame? In realtà non esiste una risposta universale a questo quesito: possiamo però cercare di riassumere quelle occasioni in cui rifiutare un voto sembrerebbe la soluzione migliore.

Se si hanno preoccupazioni extra-universitarie

Nel caso ci si sia presentati all’esame ben preparati ma con una predisposizione d’animo negativa (magari a causa di fattori scatenanti extra-universitari che rientrano nell’area affettiva, personale, familiare o lavorativa), è facile che l’emozione possa prendere il sopravvento sulla memoria portando il professore a voler firmare il libretto con un voto abbastanza basso.

In questo caso, è d’obbligo innanzitutto una autoanalisi: se si è davvero convinti di essere bene preparati e di aver studiato al meglio delle proprie capacità, imputando quindi il brutto voto a una causa esterna, è bene rifiutare il voto e ritentare l’esame, affrontandolo con una maggiore tranquillità e consapevolezza.

Se si è stati colti da ansia da prestazione

Magari è il primo esame, magari lo si sta affrontando in un momento di forte stress, magari è una materia a cui teniamo molto… in tutti questi casi l’ansia da prestazione può prendere il sopravvento sullo studio. Anche qui, se si è sicuri di potere e volere fare di più, è bene non accontentarsi di una valutazione non eccellente, ritentando a dare l’esame al prossimo appello consentito.

Se si tratta della materia nella quale si intende laurearsi

Una ultima motivazione per cui rifiutare un voto ad un esame, è quando il voto non troppo alto lo si è preso nella materia (e con il professore) con cui si intende laurearsi. In questo caso, magari, sarà il professore stesso ad apprezzare la voglia dello studente di riuscire al meglio e in maniera brillante nella materia in oggetto in quanto sarà proprio su quegli argomenti che intenderà sviluppare il lavoro di tesi.

A proposito di questo, è bene ricordare che il perché scegliere di rifiutare un voto ad un esame, non può prescindere dal calcolo del voto di laurea. Infatti, spesso, quello che può sembrare un brutto voto non va ad intaccare la media ponderata con la quale si calcolerà, poi, il voto di laurea.

Dunque, è bene fornire in questo articolo alcune specifiche sul calcolo del voto della laurea in quanto anche questa considerazione rientra nell’ambito di rifiutare un voto all’università.

Calcolare la media prima di rifiutare un voto

Nel momento in cui la carriera universitaria è arrivata a circa la metà di esami svolti, è possibile iniziare a calcolare la media che porterà poi al voto di laurea.

Ma come si calcola la media ponderata?

La media ponderata aritmetica viene calcolata sommando i valori in analisi (dunque: i voti), ognuno moltiplicato per un coefficiente specifico (in questo caso il numero di crediti dell’esame) che ne definisce l’importanza, o il peso. Infine, si dovrà dividere il risultato ottenuto per la somma dei coefficienti.

Per questo motivo, un voto basso preso in un esame da pochi crediti, spesso non va ad influire sulla media ponderata.

Dunque, prima di iniziare a preoccuparsi se rifiutare o meno un voto ad un esame è importante focalizzarsi sulla media ponderata ottenuta fino a quel momento o – in ogni modo – analizzare sempre il voto in base ai crediti formativi dell’esame in oggetto.

Ecco cos’è la media ponderata: il modo per calcolare approssimativamente il voto di laurea e riuscire a discernere quando e come rifiutare un voto (capendo, in sostanza, se ne vale la pena!).

Successivamente al calcolo della media ponderata, è possibile calcolare il voto di base dal quale si partirà in sede di laurea. Come farlo? Basta semplicemente moltiplicare il valore della vostra media ponderata per 11 e poi dividerlo per 3.

Per fare un esempio, se dal calcolo della vostra media ponderata esce il voto di base di 24,16, occorre effettuare la seguente operazione:

(24,16 * 11) / 3 = 88,5

Il risultato ottenuto (ovvero 88,5 nell’esempio) sarà il voto di laurea di base, al quale bisognerà aggiungere i punti forniti dalla tesi.

Commenti disabilitati su Rifiutare voti all’università: perché farlo e quando Studiare a Lecce

Leggi tutto

Come scrivere un curriculum vincente

Siete per affacciarvi al fatidico momento della ricerca di lavoro e non siete sicuri come organizzare il curriculum vitae? Per venire incontro a tutti i laureati che vogliono capire come scrivere un curriculum vincente che aumenti realmente le possibilità di trovare un’occupazione, l’Università Niccolò Cusano di Lecce ha deciso di fornire dei consigli.
Consigli per scrivere il curriculum vitae
Siete interessati a capire come organizzare un curriculum? Leggete qui!

Consigli per scrivere il curriculum vitae

Prima di vedere nel dettaglio cosa scrivere nel cv, è importante ricordare che la maggior parte delle aziende private o pubbliche e delle piccole e medie imprese (anche locali) tendono a tenere in considerazione principalmente curriculum presentato utilizzando il formato europeo o Europass.

Questo speciale formato nel quale incasellare le informazioni personali e professionali è possibile scaricarlo dalla rete, cercando nei motori di ricerca i siti ufficiali dai quali poter scaricare il formato corretto ed aggiornato. Per riconoscerlo, ricordate che è sempre presente una bandierina dell’Europa.

Non solo, prima di inserire le vostre informazioni, è bene inserire in alto a destra nel cv che avete scaricato una vostra foto. Sono raccomandate fotografie in stile fototessera: niente selfie e niente foto al mare! La foto deve essere, inoltre, più recente possibile e maggiormente rispondente al periodo in cui poi andrete ad affrontare il colloquio di lavoro. In una sola parola, dovete essere “voi”.

Infine, tra i consigli per redigere un buon curriculum vitae è importante inserire in calce una dicitura per il trattamento dei dati personali. I curriculum Europass che potete scaricare dal web generalmente la riportano già ma se non doveste trovarla, potete utilizzare questa:

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Un buon curriculum vitae deve essere corredato da una lettera di presentazione: per questa potremo spendere delle considerazioni a parte ma riassumendo, possiamo affermare che la lettera di presentazione deve consentire in poche righe di capire chi sei, cosa cerchi e quali sono le tue motivazioni e aspirazioni professionali.

Importante sottolineare che la lettera di presentazione che accompagna il curriculum vitae deve essere scritta in modo chiaro ed efficace, senza errori grammaticali, evitando ripetizioni e segni d’interpunzione quali punti esclamativi o puntini di sospensione.

Ma cosa scrivere nel cv?

Ma arriviamo adesso alla parte più interessante: quali sono le informazioni da inserire nel curriculum vitae? Vediamole insieme…

Come inserire le informazioni personali nel curriculum vitae

Il primo paragrafo del cv generalmente comprende tutte le informazioni di contatto che, nemmeno a dirlo, devono essere corrette ed aggiornate: nome, cognome, data di nascita, sesso, domicilio, email e numero di telefono cellulare sono le informazioni basilari.

Successivamente in un curriculum per trovare lavoro sono presenti le informazioni (da inserire in ordine cronologico inverso: dalla più recente alla più vecchia) riferite ad esperienze lavorative pregresse e ad esperienze di studio.

Nell’ultima parte del curriculum vitae, poi, sono da inserire le competenze personali: competenze linguistiche, informatiche, organizzative e gestionali e professionali. Anche qui è bene scrivere con chiarezza e sinteticità tutte le skills personali che si ritengono importanti e qualificanti per il lavoro in oggetto, senza dimenticare di inserire in quale contesto sono state acquisite (ad esempio: “possiedo buone competenze comunicative acquisite durante la mia esperienza di direttore vendite…”).

Tra le informazioni da non dimenticare nel curriculum vitae, dunque, ci sono proprio quest’ultime: spesso ritenute secondarie alle informazioni di lavoro e studio, le informazioni personali sono inserite in fretta e con noncuranza. Niente di più sbagliato in quanto tra due curricola con esperienze di studio e lavoro similari, saranno proprio queste (e il modo in cui saranno state scritte) a fare la differenza e a garantire la possibilità d trovare un lavoro.

Preparare il curriculum

Abbiamo visto in questo articolo quant’è importante scrivere un curriculum vitae vincente al fine di essere selezionati per un colloquio conoscitivo dal settore HR di un’azienda. Per prepararlo al meglio, è bene non dimenticarsi, infine, di inserire la firma e di giostrarsi l’ultimo settore con le informazioni personali in base al profilo richiesto dall’annuncio di lavoro a cui si sta rispondendo.

Uno studio condotto dall’Università Niccolò Cusano di Lecce dimostra che un cv ben scritto ce corredato da una lettera di presentazione vincente fa aumentare del 65% le possibilità di essere chiamati per un colloquio conoscitivo.

Ma c’è un’ultima cosa da ricordare: nel preparare un curriculum vitae deve vigere una importantissima regola: non mentire mai!

Commenti disabilitati su Come scrivere un curriculum vincente Studiare a Lecce

Leggi tutto

Master online in export wine management a Lecce

Siete interessati a diventare dei manager del vino? Il Master online in export wine management a Lecce promosso quest’anno dall’Università Niccolò Cusano a Lecce risponde proprio all’esigenza di comprendere come esportare i vini pugliesi con successo.
Master in export wine management
Viste le tante richieste d’informazioni al master online, l’Università Niccolò Cusano a Lecce ha deciso di prolungare la possibilità di iscriversi fino al 31 maggio, in modo tale da poter dare a tutti coloro che lo richiedono una conoscenza specialistica su come esportare i vini pugliesi con successo.

Abbiamo già accennato in precedenza come si stia sempre più rivalutando la possibilità di restare in Puglia e trovare lavoro a Lecce (senza spostarsi in altre città per frequentare l’università e poi restare a lavorare) al fine di valorizzare il territorio.

Le eccellenze locali sono il terreno sul quale, maggiormente, si stanno aprendo prospettive occupazionali ed ecco che il vino diventa il veicolo di crescita economica e imprenditoriale della Puglia.

Per questo, sono sia molti i neolaureati interessati a capire cosa fa un export wine manager attraverso la fruizione del master in export wine management, sia i professionisti già inseriti in aziende vitivinicole che hanno la necessità di aggiornare la propria formazione in vista di una prospettiva di export internazionale.

Master in export wine management

Il master in export wine management promosso dall’Università Niccolò Cusano è il miglior veicolo di conoscenza e formazione per capire come esportare i vini pugliesi con successo.

Obbiettivo formativo del corso, infatti, è quello di formare professionisti del settore che siano competenti nelle specifiche azioni di export e anche in grado di supportare le aziende del vino pugliesi nel processo di internazionalizzazione. Come? Testimoniando le qualità del vino leccese con uno storytelling efficace e vincente sui tavoli di negoziazione internazionale.

Per fare questo, il master online in export wine management garantisce a coloro che decidono di studiare management del vino online di acquisire competenze relative al tema dell’internazionalizzazione delle imprese.  Infatti, l’export rappresenta l’attività finale di un processo di azioni che parte dalla produzione di vino in cantina fino ad arrivare agli scaffali di distributori, buyers, consumers e ristoranti internazionali.

Il master in export wine management per diventare manager del vino prevede le seguenti materie di studio:

  • Vitivinicoltura italiana, enologia, la produzione del vino
  • Legislazione ed Enografia nazionale – internazionale
  • Analisi organolettica e tecniche della degustazione
  • Mercati tradizionali ed emergenti del vino : dati, tendenze, prospettive ed opportunità di posizionamento
  • Economia, Commercio, Politica e Legislazione del Mercato del vino
  • Attitudini ai consumi di vino nei mercati del mondo e comunicazione interculturale : Made in Italy VS paesi BRIC
  • La vigente OCM Vino ed i suoi risvolti in materia di etichettatura e presentazione dei vini: con esercitazione pratica ed analisi delle problematiche principali
  • Canali distributivi – Importatori e distributori, trattativa e negoziazione internazionali.
  • Skills, le attitudini e le competenze che servono oggi ad un export manager oggi
  • Principi di marketing generale
  • Marketing strategico e operativo : analisi SWOT
  • Marketing relazionale, la psicologia della vendita
  • Marketing internazionale e international pricing nel settore del vino
  • Digital Marketing e vendita e-commerce , Direct Marketing edHospitality Manager
  • Organizzazione e gestione di eventi di promozione internazionale
  • Web e Social Network come monitoraggio alla vendita : la nuova era dei Wine Lovers
  • I fabbisogni delle piccole imprese del vino : come esaltarne l’identità
  • Testimonianze dei produttori vitivinicoli : strenght & weakness
  • Iter commerciale, come gestire una vendita
  • Personal branding, capacità di vendere se stessi
  • Come presentarsi in una azienda: la ricerca di opportunità professionali

Diventare manager del vino

Diventare manager del vino è quindi possibile ed è una reale prospettiva occupazionale tanto che le richieste d’informazioni per il master online per diventare manager del vino stanno salendo vertiginosamente nell’ultimo periodo.

Sono anche i direttori e i gestori (o i responsabili marketing) di aziende del territorio a voler diventare manager del vino a livello internazionale, così da rilanciare le proprie imprese.

Cosa fa un export wine manager

Dunque, cosa fa un export wine manager? Si occupa a trecentosessanta gradi fi tutte le azioni mirate all’internazionalizzazione dell’impresa vitivinicola, portando il brand ad essere riconoscibile sul mercato internazionale.

Ecco cosa fa un export wine manager: si occupa di costruire l’identità internazionale dell’azienda, capendo come esportare i vini pugliesi con successo attraverso la realizzazione di un’identità riconoscibile e apprezzata dai mercati esteri, lo studio della concorrenza, lo studio di nuovi trend di vendita e la gestione dei social network e dei new media (strumenti indispensabili).

Per diventare manager del vino, inoltre, sono necessarie doti personali quali la capacità di comunicazione efficace, la conoscenza di tecniche di PNL, la comprensione dei meccanismi economici e di commercio internazionali, la conoscenza delle lingue straniere e una buona presenza (la contrattazione, in campo vinicolo, si svolge molto spesso ai tavoli di un ristorante).

Studiare management del vino online

Con la Unicusano a Lecce è possibile studiare management del vino online, quindi frequentando le lezioni tramite la piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’Università.

Per avere maggiori informazioni su come studiare management del vino online, al fine di capire come esportare i vini pugliesi con successo, è possibile compilare il form presente sulla home page del sito web.

Commenti disabilitati su Master online in export wine management a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Prospettive occupazionali a Lecce

Per molti giovani che stanno per affacciarsi al mondo dell’università, c’è una domanda martellante che rende difficile la scelta del percorso formativo da intraprendere: quali sono le reali prospettive occupazionali a Lecce?
Scegliere dei corsi di laurea online per trovare lavoro
Fino a pochissimo tempo fa, infatti, ciò a cui si assisteva realmente era una fuga dal sud Italia verso le capitali universitarie – Roma in primis ma anche Bologna e Milano – con l’intento di iniziarvi una nuova vita, universitaria prima e lavorativa poi.

Lasciare Lecce e il sud Italia in generale, quindi, era una condizione propria di tutti gli studenti; oggi, però, si sta assistendo ad una vera e propria rivoluzione volta a trovare lavoro a Lecce e non solo: in Puglia si vuole restare anche per studiare in modo tale da inserirsi nelle dinamiche proprie del territorio al fine di poterlo rivalutare e valorizzare.

Dunque l’interesse primario del 56% di coloro che scelgono di frequentare i corsi di Unicusano a Lecce è proprio quello di trovare lavoro a Lecce. Gli anni della formazione, infatti, saranno propedeutici al fine di “sondare” le reali prospettive occupazionali a Lecce, capendo quale settore è tra quelli maggiormente aperto a nuove assunzioni.

Questo, come altri dati che riporteremo in questo articolo, sono estrapolati da uno studio condotto lo scorso anno dallo staff della Unicusano a Lecce in riferimento alle prospettive occupazionali a Lecce – soprattutto in riferimento ai cosiddetti new jobs.

Trovare lavoro a Lecce

Ecco che trovare lavoro a Lecce, restando sul territorio, è divenuta la nuova frontiera degli anni della formazione da parte dei giovani che scelgono di laurearsi online a Lecce con i corsi di laurea telematici dell’Università Niccolò Cusano.

Un ampio ventaglio di possibilità che rende più facile trovare lavoro a Lecce, grazie anche alla formazione aggiornata e puntuale, in linea con gli sviluppi dei new media inerenti alla specializzazione scelta e con un occhio di riguardo alle lingue straniere.

Grazie alla Unicusano a Lecce trovare lavoro a Lecce diventa possibile tanto che è il 76% dei laureati a trovare un’occupazione stabile sul territorio entro dieci mesi/un anno dal conseguimento della laurea.

Come fare per trovare lavoro facilmente

Dunque, trovare lavoro a Lecce è davvero fattibile – come emerge dai dati in nostro possesso – ma per renderlo anche un momento piacevole e senza stress, lo staff dell’Università Unicusano a Lecce vuole fornire dei consigli relativi a come fare per trovare lavoro facilmente.

Come rendersi conto delle reali prospettive occupazionali a Lecce? Come fare per trovare lavoro facilmente?

Scegliere dei corsi di laurea online per trovare lavoro

Quello che emerge dagli studi condotti dallo staff della Unicusano a Lecce è che scegliere dei corsi di laurea online per trovare lavoro è il modo migliore per formarsi in maniera specialistica.

Inoltre sono molti i recruiter ad apprezzare la formazione online in quanto fa aumentare nei giovani le capacità di organizzazione e pianificazione; ma non solo: coloro che scelgono di laurearsi online a Lecce hanno anche una maggiore dote di indipendenza, autonomia decisionale e gestione del tempo in maniera efficace.

Preparazione di un curriculum vitae efficace

Per presentarsi ai colloqui di lavoro non serve solo una buona formazione alle spalle; è necessario anche aver redatto un curriculum vita efficace dove vengano evidenziate anche le proprie competenze personali e quelle legate all’utilizzo dei new media e la conoscenza delle lingue straniere.

Per preparare un curriculum vitae vincente, inoltre, è bene mettere in evidenza i propri dati di contatto (nome, cognome, email e numero di cellulare) e indicare le pregresse esperienze lavorative e formative in ordine decrescente (dalla più recente alla più vecchia). E, in ultimo: non mentire mai!

Prepararsi al colloquio con idee e progetti

Se si viene scelti per un colloquio conoscitivo, è bene prepararsi in tempo al colloquio conoscitivo, magari portando anche delle idee di sviluppo relativamente alla posizione per la quale si è stati chiamati. L’intraprendenza e la predisposizione a pensare in maniera progettuale saranno certamente apprezzate dai recruiter in ogni campo professionale.

Ecco come fare per trovare lavoro facilmente e senza ansie!

Laurearsi online a Lecce

Ma quali sono i corsi di laurea online per trovare lavoro? Tra l’ampio panorama di scelte messe a disposizione dall’università Niccolò Cusano per laurearsi online a Lecce ecco quali sono i corsi di laurea più scelti e più utili per trovare lavoro a Lecce:

  • Economia e management
  • Giurisprudenza
  • Psicologia del lavoro e delle organizzazioni

 Unicusano a Lecce

Per avere maggiori informazioni sui corsi per laurearsi online a Lecce e sulle prospettive occupazionali a Lecce, è possibile contattare la Unicusano a Lecce al numero 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Prospettive occupazionali a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Lavorare nel turismo a Lecce

L’interesse a lavorare nel turismo a Lecce sta coinvolgendo un numero sempre più crescente di giovani e – di conseguenza – anche coloro che già sono operativi nell’ambito ricettivo sentono l’esigenza di aggiornare la propria formazione.

Infatti, le competenze di un operatore turistico necessitano di un aggiornamento continuo, tanto che sono numerosi gli iscritti al corso di laurea in economia e management per l’anno accademico 2016/2017 presso la Unicusano di Lecce ad aver già conseguito una laurea ma a sentire l’esigenza di un perfezionamento formativo.

Cosa studiare per diventare operatore turistico

Cosa studiare per diventare operatore turisticoDunque, cosa studiare per diventare operatore turistico? Essendo molte ed estremamente variegate le competenze di un operatore turistico, lo staff dell’Università Niccolò Cusano – per rispondere alla domanda cosa studiare per diventare operatore turistico – ha deciso di consigliare a coloro che sono interessati a lavorare nel turismo a Lecce il corso di laurea online in economia e management a Lecce.

Pur non essendo questo annoverato tra i corsi di laurea per il turismo specifici, infatti, consente di acquisire competenze in vari ambiti che risulteranno indispensabili se si è interessati a lavorare nel turismo a Lecce.

Un esempio? Il corso di laurea online in economia e management a Lecce garantisce l’acquisizione di reali abilità nelle aree di riferimento economiche, aziendali, giuridiche e quantitative che porteranno l’operatore turistico a riuscire a destreggiarsi nell’amministrazione, nella contabilità e nel management delle imprese turistiche.

Corsi di laurea per il turismo

Esistono altri corsi di laurea per il turismo?

Si, tecnicamente sono molti i corsi di laurea che è possibile conseguire pr lavorare nel turismo a Lecce. Certamente anche infarinature di  marketing e comunicazione o storia locale e del territorio o relative alla giurisprudenza sono utili per affacciarsi a questo mondo.

Spesso, però è necessaria un’ulteriore specializzazione che può essere raggiunta conseguendo master organizzato dalla Unicusano a Lecce in Tourism Management.

Partecipando a questo Master, possibile se si decide di studiare online a Lecce, sarà possibile formarsi nella governance e nel management delle imprese e delle destinazioni turistiche, nazionali ed internazionali. In particolare si fa riferimento a imprese alberghiere, tour operator, agenzie di viaggi, imprese di ristorazione e tutte le altre tipologie di imprese operanti nel sistema turistico.

Corso di laurea online in economia e management

Ma torniamo al corso di laurea online in economia e management a Lecce che riteniamo essere il più utile tra i corsi di laurea per il turismo.

Con questo corso di laurea online a Lecce è possibile acquisire molte tra le competenze di un operatore turistico, necessarie alla professione.

Infatti, il corso di laurea online in economia e management a Lecce organizzato da Unicusano in modalità e-learning offre ai propri laureati prospettive occupazionali in una ampia gamma di professioni dell’area economica ed aziendale.

Fornisce, infatti, conoscenze teoriche, di strumenti metodologici e di adeguate capacità possibili da applicare in diversi ambiti, anche legati al turismo e alla valorizzazione del territorio. Tra questi, possiamo citare: amministrazione, contabilità e management ma anche gestione, elaborazione, monitoraggio e analisi di dati statistici utili a fini previsionali utili per capire come implementare il settore turistico..

Competenze di un operatore turistico

Con il corso di laurea online a Lecce in economia è possibile acquisire, come già accennato, molte delle competenze di un operatore turistico. Ma quali sono le altre competenze di un operatore turistico necessarie per svolgere nel miglior modo questo tipo di lavoro? Vediamole insieme…

Come prima cosa, è importantissima la conoscenza del territorio dove si intende operare e la volontà di rivalutarlo e valorizzarlo al meglio. Occorre, poi, cercare di accordarsi a livello economico con le realtà locali in modo tale da creare una rete di supporto economico al turismo. Infine, è bene essere al corrente delle ultime nozioni in materia di turismo sostenibile, che è la nuova frontiera del lavorare nel turismo a Lecce (e in Italia, più in generale).

Studiare online a Lecce

L’Università Niccolò Cusano rende possibile studiare online a Lecce in quanto permette a tutti gli iscritti di frequentare le lezioni attraverso la piattaforma telematica messa a disposizione sul sito internet dell’Università.

Il corso di laurea online a Lecce in economia, infatti, è possibile da fruire tramite la postazione web; da questa è anche possibile scaricare materiale didattico e usufruire di schede di autovalutazione, utili a capire il proprio grado di preparazione in vista di un esame.

 Corso di laurea online con Unicusano

Se sei interessato ad avere maggiori informazioni su corso di laurea online a Lecce in economia e management possibile da fruire online grazie ad Unicusano e per avere altre delucidazioni su cosa studiare per diventare operatore turistico, è possibile contattare il numero messo a disposizione dall’Università online a Lecce: 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Lavorare nel turismo a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce

Lo slancio dello staff dell’Università online Niccolò Cusano riferito all’importanza della nutrizione per il fitness ha spinto la stessa università a creare un percorso formativo dedicato promuovendo il corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce.
L’importanza della nutrizione per il fitness
Questo corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce, dunque, non è solo un corso per studiare nutrizione ma garantisce anche la possibilità di specializzarsi in riferimento all’alimentazione per lo sport.

Gli atleti di ogni disciplina sportiva hanno necessità di regolare la propria alimentazione, soprattutto a livello agonistico ed ecco perché esistono molti sbocchi lavorativi per un esperto in nutrizione che ha conseguito il titolo grazie al corso online messo a disposizione da Unicusano.

In questo articolo, dopo aver visto nel dettaglio gli insegnamenti che è possibile ricevere frequentando il Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in Nutrizione nel Fitness e nel recupero funzionale dell’atleta afferente alla Facoltà di Scienze della Formazione, ci focalizzeremo su come diventare esperto in nutrizione per gli atleti e presso quali settori occupazionali è possibile rivendere questa professionalità.

Studiare nutrizione

Per studiare nutrizione in maniera efficace ed altamente professionalizzante, come già visto, l’Università Niccolò Cusano mette a disposizione un corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce della durata di 550 ore per 22 crediti formativi.

Il corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce è rivolto in particolar modo a tutti gli operatori del settore che intendono aggiornare la propria professione con delle nozioni riferite alla nutrizione nel fitness e al recupero funzionale dell’atleta.

Come è possibile riuscirvi? Semplice applicando l’analisi delle diverse discipline sportive in relazione allo studio biomeccanico del gesto atletico e in relazione all’utilizzo dell’energia.

Per questo motivo, il corso si rivolge preferibilmente a medici, biologi, farmacisti, dietisti, psicologi e fisioterapisti, ma anche a neolaureati ISEF che hanno interesse a diventare esperto in nutrizione per gli atleti.

L’importanza della nutrizione per il fitness

Il Corso per diventare esperto in nutrizione per gli atleti garantisce l’acquisizione delle nozioni basilari per comprendere l’importanza della nutrizione per il fitness attraverso i seguenti insegnamenti:

  • Attività motoria, sport amatoriale, sport professionistico classificazione degli sport in base al metabolismo
  • Descrizione anatomico funzionale dell’apparato muscolo scheletrico
  • Antropometria e composizione corporea
  • Valutazione posturale funzionale dell’atleta
  • Traumi nello sport
  • Esercizio fisico e sport nella prevenzione
  • Introduzione alla nutrigenetica
  • Principi nutrizionali di base nell’attività fisica e nello sport
  • Epigenetica ed Attività fisica
  • Microbioma e sport
  • Reazioni Avverse agli alimenti e performance sportiva
  • Alimentazione e attività fisica
  • Integratori nella pratica sportiva

Attraverso questi insegnamenti tenuti da professori esperti del settore, si potrà non solo acquisire consapevolezza dell’importanza della nutrizione per il fitness ma anche riuscire ad intraprendere un percorso mentale che porterà alla coscienza che una sana alimentazione fa bene, corrobora e garantisce prestazioni migliori (e un recupero più efficace in caso di trauma).

Diventare esperto in nutrizione per gli atleti

Diventare esperto in nutrizione per gli atleti significa proprio questo: utilizzare i principi dell’alimentazione per sostenere l’atleta in tutte le fasi della pratica sportiva: dalla preparazione alla prestazione, fino a fornire consigli per il recupero atletico.

Il lavoro di nutrizionista per lo sport garantisce, come già accennato, diverse possibilità lavorative. Quella formata dal Corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce, infatti, è una figura nuova nel panorama occupazionale perché racchiude in sé le competenze di un personal trainer unite alla consapevolezza di un nutrizionista.

Ecco perché sono sempre più i professionisti che scelgono di aggiornare la loro formazione con dei dettami riferiti all’alimentazione per lo sport – in modo tale da diventare esperto in nutrizione per gli atleti.

Per poter frequentare il corso anche lavorando, l’Università Niccolò Cusano ha messo a disposizione la fruizione in modalità e-learning  che permette agli interessati di seguire le video-lezioni semplicemente collegandosi alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito web dell’Università, scegliendo l’orario più consono alle proprie esigenze.

Sbocchi lavorativi per un esperto in nutrizione

Il Corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce permette di acquisire le conoscenze necessarie per lavorare in vari settori occupazionali, garantendo la possibilità ai corsisti di scegliere tra diversi sbocchi lavorativi per un esperto in nutrizione; vediamoli insieme…

  • presso centri fitness e sportivi
  • presso società sportive dilettantistiche o di professionisti
  • come libero professionista
  • in studi associati come collaboratore di nutrizionisti o dietologi

 Consigli per il recupero atletico

Infine, vediamo alcuni consigli per il recupero atletico in seguito ad un trauma che concernono l’alimentazione.

In seguito ad un trauma, lo sportivo deve necessariamente seguire un regime alimentare volto  al recupero della massa muscolare e delle cartilagini. Se viene studiata ad hoc per il fisico, l’età e la salute del paziente, infatti, l’alimentazione non ha effetti collaterali e può essere integrata per un più veloce recupero.

Desiderate ricevere altri consigli per il recupero atletico? Decidete di frequentare il Corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce. Per informazioni compilate il form presente nella home page del sito web di Unicusano.

Commenti disabilitati su Corso di perfezionamento in nutrizione a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Come diventare psicologo clinico a Lecce

Interessati a come diventare psicologo clinico a Lecce? In questo articolo potrete trovare tutte le specifiche riferite alla professione e alla formazione necessaria.
Cosa fa uno psicologo clinico
Relativamente a come diventare psicologo clinico a Lecce, bisogno specificare che è un percorso che va al di là della formazione universitaria che, in ogni modo, è fondamentale.

L’Università online Niccolò Cusano di Lecce per venire incontro alla volontà degli studenti interessati alla professione dello psicologo clinico, ha messo a disposizione un corso di laurea online in psicologia che prevede un percorso base triennale e, successivamente, una specializzazione doverosa con la laurea magistrale in psicologia clinica.

In seguito al percorso universitario che culminerà con il conseguimento della laurea magistrale in psicologia clinica, chi vuole intraprendere la professione dello psicologo clinico dovrà compiere 18 mesi di tirocinio per poi conseguire l’abilitazione obbligatoria superando l’esame di stato.

La legge sull’ordinamento della professione di Psicologo prescrive, infatti che, per poter esercitare  un laureato in Psicologia debba aver conseguito l’abilitazione mediante l’Esame di Stato ed essere iscritto all’Ordine professionale degli Psicologi.

Nello specifico, l’esame di Stato è articolato in tre prove scritte e una prova orale.

La prima prova scritta sarà incentrata sugli aspetti teorici e applicativi avanzati della psicologia; la progettazione di interventi complessi su casi individuali, in ambito sociale o in riferimento alle organizzazioni.

La seconda prova scritta, poi, verterà sulla progettazione di interventi complessi con riferimento alle problematiche della valutazione dello sviluppo delle potenzialità dei gruppi, della prevenzione del disagio psicologico, dell’assistenza e del sostegno psicologico e della riabilitazione.

La terza prova scritta applicativa concerne la discussione di un caso relativo ad un progetto di intervento su individui ovvero in strutture complesse.

Infine, la prova orale si baserà sugli argomenti dell’ultima prova scritta e su questioni teorico-pratiche relative all’attività svolta durante il tirocinio professionale. È necessario soffermarsi anche su aspetti di legislazione e deontologia professionale i quali saranno tema della prova orale.

Corso di laurea online in psicologia

Andando per ordine, è bene specificare quali saranno gli insegnamenti del corso di laurea online in psicologia triennale, cioè la base formativa sulla quale poggeranno tutti gli insegnamenti seguenti, fino ad arrivare all’esercizio della professione.

Il corso di laurea triennale a Lecce in psicologia permette l’acquisizione di conoscenze teoriche e competenze pratico-operative di base negli ambiti della psicologia generale, sociale, clinica e dello sviluppo.

L’offerta formativa promossa dall’Università online Niccolò Cusano si basa sullo sviluppo di conoscenze nelle aree ritenute fondamentali, indispensabili e trasversali per ogni sviluppo professionale nelle diverse applicazioni e nei vari ambiti di intervento (come ad esempio, la comprensione dei meccanismi psicofisiologici alla base del comportamento, delle dinamiche delle relazioni umane, dello sviluppo psicologico durante l’intero arco di vita, delle condizioni di disagio psichico e psicopatologico ma anche la conoscenza di metodi, tecniche e procedure di indagine scientifica nell’ambito della psicologia, con approfondimenti che riguardano i metodi statistici e le procedure informatiche per l’elaborazione dei dati).

Al termine del percorso triennale sarà possibile indirizzare la propria formazione verso un ambito clinico (e, quindi, indispensabile se si è interessati a come diventare psicologo clinico a Lecce) o verso la psicologia del lavoro (in modo da entrare, così, nei settori HR di aziende e enti pubblici).

In questo articolo ci interessiamo della formazione utile a come diventare psicologo clinico a Lecce e, per questo, intendiamo fornire ulteriori nozioni in riferimento alla laurea magistrale in psicologia clinica.

Laurea magistrale in psicologia clinica

Il suddetto corso di laurea online in psicologia culmina con la laurea magistrale in psicologia clinica.

Durante questo percorso formativo specialistico, lo studente entrerà in possesso di competenze specifiche riferite alla capacità di formulare la diagnosi psicologica, anche attraverso l’utilizzo di strumenti di indagine psicometrica, in funzione di modelli teorico-applicativi scientificamente validati.

Saranno acquisite al termine del percorso anche abilitò riferite alla strutturazione di progetti di intervento psicologico-clinico e riabilitativo rivolti al singolo e alla comunità.

Laurearsi in psicologia online

Vale la pena soffermarsi sul fatto che l’Università Niccolò Cusano mette a disposizione agli studenti di Lecce la possibilità di laurearsi in psicologia online.

Infatti, gli studenti potranno seguire le video-lezioni in modalità e-learning collegandosi alla piattaforma telematica presente sul sito internet.

E, dunque, potranno organizzare autonomamente il tempo da dedicare allo studio, aumentando le personali skills di organizzazione e pianificazione.

La professione dello psicologo clinico

Laurearsi in psicologia online è il modo migliore per intraprendere a Lecce la professione dello psicologo clinico: un professionista che potrà lavorare in vari ambiti tra cui quello legato al mondo delle ASL, degli ospedali e della scuola ma anche presso contesti lavorativi del terzo settore che gestiscono servizi residenziali e semiresidenziali.

Inoltre è possibile anche affermarsi come professionista autonomo puntando ad azioni di sostegno psicologico do individui, gruppi e sistemi familiari.

Cosa fa uno psicologo clinico

Dunque, cosa fa uno psicologo clinico? È un professionista che si occupa della diagnosi e della valutazione delle problematiche psicologiche offrendo al contempo consulenza psicologica, psicoterapia e attività di counseling, sostegno, prevenzione e riabilitazione mirate a sostenere le potenzialità individuali e migliorare la qualità della vita personale, familiare o sociale.

Se siete interessati ad avere altri dettagli su cosa fa uno psicologo clinico e su come diventare psicologo clinico a Lecce, potete contattare il numero messo a disposizione da Unicusano: 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Come diventare psicologo clinico a Lecce Studiare a Lecce

Leggi tutto

Lavorare nelle ambasciate da Lecce, ecco come fare

Come fare a lavorare nelle ambasciate da Lecce? Questo percorso formativo non deve risultare appannaggio solo di coloro che studiano o risiedono a Roma: anche dal resto d’Italia è possibile intraprendere questa carriera frequentando il corso di laurea in scienze politiche a Lecce promosso dall’Università online Niccolò Cusano.
Corso di laurea in scienze politiche a Lecce
Per lavorare nelle ambasciate da Lecce, per poi arrivare a Roma o presso dei paesi esteri, è necessaria una formazione altamente specialistica ed aggiornata che abbia in sé insegnamenti di stampo giuridico, economico e linguistico.

Il corso di laurea in scienze politiche a Lecce organizzato dall’Università online Niccolò Cusano possiede proprio una base formativa professionalizzante che rende possibile, al compimento del percorso triennale e specialistico, lavorare nelle ambasciate da Lecce.

Partire dalla Puglia, dunque, e andare alla conquista professionale dell’Europa e del mondo intero è un sogno di molti giovani, tanto che le iscrizioni per il corrente anno accademico dono +21% rispetto al precedente e i dati in possesso attualmente riferiti al 2017/2018 tendono a far accrescere questa percentuale.

L’interesse rivolto a studiare scienze politiche online si basa su diversi fattori: primo fra tutti la possibilità di poter lavorare nelle ambasciate da Lecce, ma non solo: sono diverse (e molto differenti fra loro) le possibilità occupazionali che il corso di laurea in scienze politiche a Lecce garantisce e per questo permette un ampio ventaglio di scelta anche da parte degli studenti più indecisi.

Corso di laurea in scienze politiche a Lecce

Vediamo adesso alcune specifiche riferite al corso di laurea in scienze politiche a Lecce promosso in modalità e-learning dall’Università online Nicolò Cusano.

Il corso è diviso in un percorso triennale e uno specialistico, sua naturale continuazione.

Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali (triennale)

Nel corso del triennio saranno fornite agli studenti competenze base riferite alla storia, alla giurisdizione comunitaria ed internazionale, ad aspetti economici, politologici e sociali che consentano loro di porsi appropriatamente di fronte a problemi ed a processi tipici della nostra società contemporanea, società che devono essere in grado di comprendere, valutare e gestire.

In seguito alla formazione triennale, gli studenti riusciranno ad inserirsi in alcuni ambiti quali: la pubblica amministrazione, gli enti pubblici o privati a livello nazionale o internazionale, le imprese pubbliche o private e organizzazioni non governative, i gruppi bancari o assicurativi e le organizzazioni governative e non finalizzate all’erogazione di servizi.

Eppure per lavorare nelle ambasciate da Lecce il solo corso triennale non basta, ed allora è più utile continuare la formazione con il corso magistrale, di cui di seguito vediamo le specifiche…

Corso di Laurea in Relazioni Internazionali (magistrale)

La specializzazione offerta dalla continuazione biennale del corso di laurea in scienze politiche a Lecce, riuscirà ad indirizzare realmente i giovani verso posizioni lavorative manageriali anche presso istituzioni comunitarie o internazionali.

Infatti, tra le materie del corso in scienze politiche, verranno affrontate specifiche riferite a contenuti culturali, scientifici e professionali a carattere interdisciplinare con particolare attenzione agli aspetti giuridici, politologici, geografici, sociologici e storici e con attenzione a tematiche attuali come la globalizzazione e la sua crisi e più in generale aspetti che riguardano la dimensione internazionale dei fenomeni economici, politici, culturali e sociali.

Inoltre è previsto uno studio delle lingue straniere e viene fornito un approccio formativo multidisciplinare dove i new media e le tecnologie digitali sono messi in primo piano.

Grazie alla formazioni specialistica, il laureato avrà competenze per svolgere impieghi che prevedano l’analisi di scenario a livello nazionale o internazionale, la progettazione ed applicazione di metodologie quali-quantitative per la gestione di situazioni complesse; le funzioni di controllo e di ausilio alla governance; la consulenza nei settori economici e sociali, il coordinamento di attività di relazioni con il pubblico e la ricerca settoriale nei campi statistici, economici e sociali.

Materie del corso in scienze politiche

Ma quali sono nello specifico le materie del corso in scienze politiche? Vediamo qui di seguito una carrellata di alcuni insegnamenti che sarà possibile ricevere, da considerare integrati con materie a scelta dallo studente…

Laurea triennale

  • Diritto pubblico
  • Lingua Inglese
  • Diritto privato
  • Economia politica
  • Geografia economico politica
  • Filosofia politica
  • Storia delle dottrine politiche
  • Diritto pubblico comparato
  • Sociologia generale
  • Sociologia dei fenomeni politici
  • Storia contemporanea
  • Statistica
  • Politica economica
  • Storia delle relazioni internazionali
  • Diritto internazionale
  • Storia ed istituzioni dell’Africa

Laurea magistrale

  • Sociologia dei processi economici e del lavoro
  • Relazioni internazionali
  • Economia internazionale
  • Storia e istituzioni dell’Asia
  • Diritto costituzionale comparato dei gruppi e delle minoranze
  • Knowledge management
  • Storia dei paesi islamici
  • Lingua e traduzione – lingua inglese o francese
  • Geografia Economico Politica
  • Knowledge management
  • Storia dei paesi islamici
  • Storia e istituzioni delle Americhe
  • Diritto Unione Europea

Studiare scienze politiche online

Per concludere, è importante ricordare che il corso di laurea per lavorare nelle ambasciate da Lecce può essere frequentato in modalità e-learning, semplicemente accedendo con le proprie credenziali alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito internet di Unicusano.

Studiare scienze politiche online, dunque, è il miglior modo per formarsi senza spostarsi da casa, ricevendo una formazione completa ed aggiornata.

In questo modo, sarà possibile sia per i ragazzi alla prima laurea sia per i professionisti già inseriti nel mondo del lavoro studiare scienze politiche online gestendo autonomamente il tempo da dedicare alle lezioni.

Vuoi avere altre informazioni sul corso di laurea per studiare scienze politiche online? Contatta il numero 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Lavorare nelle ambasciate da Lecce, ecco come fare Studiare a Lecce

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali